macbook air apple
Mytech

MacBook Air: la nuova linea entro febbraio

Aumentano le indiscrezioni sui portatili di Apple che potrebbero arrivare già il 24 di questo mese. Tra conferme e dubbi ecco cosa aspettarsi

Che nel futuro prossimo di Apple ci sia una nuova gamma di MacBook Air è praticamente certo. I dubbi sono sulle tempistiche e riguardo le specifiche tecniche dei vari modelli. Tra i tanti siti che dicono di sapere la verità sulla Mela vale la pena citare il portale Letemsvetemapplem.eu che sembra avere più di una certezza sulla disponibilità dei nuovi prodotti: 24 febbraio. Conservando tutto il beneficio del dubbio, cerchiamo di capire gli aspetti principali della rinfrescata che attende i nuovi MacBook Air.

Cosa cambia: il 12 pollici

Le novità principali per gli appassionati Apple riguardano due aspetti: i tanto attesi chip Broadwell di Intel e una nuova dimensione dello schermo pari a 12 pollici. Partendo dalla fine (quindi dal display) sappiamo che da diversi mesi sul web gira la voce di una taglia “media” di MacBook Air posizionata tra i modelli da 11 pollici e quello da 13. Sebbene non vi siano conferme ufficiali, da Cupertino più di un designer “con conoscenza dei fatti” ha confermato il nuovo taglio per i portatili. Ming-Chi Kuo, famoso analista vicino ad Apple, già nel 2014 aveva spiegato come l’azienda si fosse finalmente decisa ad introdurre il 12 pollici, più volte richiesto dagli utenti.

Cosa cambia: il nuovo processore

Analizzando invece l’hardware sarebbero tre le probabili configurazioni previste per i notebook: una con processore Core i5 5550U da 2.2 GHz, una con Core i5 da 1.8 GHz e un’altra con Core i7 da 2 GHz. Tutti e tre i chip si baseranno sui Broadwell di Intel, l’evoluzione a 14 nm dell’architettura Haswell attesa sui computer desktop e portatili non prima del maggio 2015. I nuovi MacBook Air saranno dunque i primi ad essere dotatati dei più potenti chipset dell’azienda americana. L’adozione dei Broadwell ha un duplice valore, tecnico ma anche commerciale: a fine gennaio si vociferava che Apple volesse abbandonare Intel a favore di ARM per i futuri chip da integrare nei Mac; indiscrezione che sembra essere rientrata, almeno per il momento.

Cosa cambia: display Retina

La prossima gamma di MacBook Air dovrebbe anche essere la prima con display Retina unita alla tecnologia Igzo di Sharp, che alza l’asticella della risoluzione sull’ultrabook di casa arrivando a 2340X1440 pixel. La più alta qualità dello schermo offrirà un’esperienza visiva al pari dell’attuale MacBook Pro ma con spessore e peso decisamente ridotti, perfetti per l’era della mobilità sempre e dovunque.

© Riproduzione Riservata

Commenti