Mytech

Leap Motion, l'alternativa al mouse (e al Kinect) costa solo 80 dollari

Uno scatolino lungo otto centimetri punta a pensionare mouse e tastiera. Leap Motion consente di controllare il proprio computer semplicemente gesticolando a mezz'aria. Lo spunto è ottimo, ma le imperfezioni sono ancora molte

Leap Motion new

– Credits: Leap Motion

Ne avevamo parlato circa un anno fa , quando ancora Leap Motion era poco più di un prototipo abbinato a una serie di impressionanti video dimostrativi. Di solito, quando nel panorama hi-tech cominciano a circolare annunci roboanti su dispositivi che rivoluzioneranno il nostro modo di interfacciarci alle macchine, poi bisogna aspettare anni prima che cotali dispositivi vedano la luce del sole (quando la vedono). Nel caso di Leap Motion, invece, è bastato un anno. Chi volesse provare l’ebrezza di fare a meno di mouse e tastiera, e utilizzare il proprio PC con la sola imposizione delle mani, da oggi può farlo , al modesto costo di 80 dollari.

Leap Motion ha l’aspetto di una scatoletta sufficientemente piccola da poter essere tenuta nel palmo di una mano, dentro c’è un sistema di rilevazione del movimento dotato di due telecamere e una serie di LED a infrarossi che, accoppiato allo specifico software, rende possibile rilevare con una precisione al centesimo di millimetro una vasta gamma di movimenti.

Una volta acquistato il dispositivo è sufficiente installare il software e posizionarlo giusto davanti alla tastiera del proprio PC (o laptop). In fase di installazione verrà scaricata l’applicazione Airspace, una sorta di piattaforma di partenza per cominciare a utilizzare Leap Motion. Da qui sarà possibile acquistare e scaricare ognuna delle 75 app disponibili al momento del lancio. C’è un po’ di tutto, dalle applicazioni di gaming (come Cut the Rope e Fruit Ninja) a quelle musicali, didattiche e grafiche.

Ma veniamo al dunque: come se la cava Leap Motion, alla prova dei fatti? Sulla carta, LM dovrebbe garantire un’affidabilità nettamente superiore ai sistemi di rilevazione del movimento già esistenti (non ultimo Kinect), tuttavia, a giudicare dai feedback di chi ha già avuto modo di provare il nuovo dispositivo, le cose non stanno esattamente così. Diverse persone riscontrano una certa difficoltà ad effettuare i giusti movimenti, altri invece lamentano una risposta troppo aleatoria dell’interfaccia, al punto che a volte il medesimo gesto viene interpretato in modo significativamente diverso. Infine, c’è chi sostiene che già dopo poco tempo il fatto di dover gesticolare a mezz’aria genera stanchezza e indolenzimento.

Insomma, stando alle prime recensioni, Leap Motion sembra essere una promettente alternativa al mouse, che in alcuni frangenti è già perfettamente utilizzabile (come alcuni giochi e alcune applicazioni come Cyber Science), mentre sotto altri aspetti necessita ancora di sostanziali miglioramenti. Il prezzo è sicuramente abbordabile per chi volesse avere un assaggio di futuro, ma il mio consiglio, almeno per questo anno, è di tenervi stretto il vostro fidato e inossidabile topo elettronico .

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Lo smartphone del futuro funzionerà a gesti?

Dal touchscreen alle interfacce gestuali il passo è breve. Basta un chip. Almeno secondo Microchip. L' azienda statunitense ha creato un chip che consente di interagire col proprio telefono a gesti

Disney ha inventato il tatto virtuale

Disney lavora a REVEL, una tecnologia che consentirà di alterare la percezione tattile delle superfici, e che potrà essere utilizzata per aggiungere una dimensione tattile ai film, ma anche per aiutare le persone non vedenti

Commenti