Laquila-apertura
Mytech

L'Aquila rinasce anche grazie a eBay

Il sito aiuta le piccole imprese del territorio lanciando una vetrina digitale che dà loro accesso a una clientela locale e internazionale

In apparenza, non hanno nulla in comune. Dolci Aveja è una pasticceria artigianale, Egar vende prodotti di pelletteria e bigiotteria, L’Aquila Design si occupa di arredamento d’interni, Mr Gadget ha un vasto assortimento di prodotti per bambini e adulti, mentre Oro & Argento, come il nome suggerisce, è una gioielleria.

Il filo rosso che li annoda insieme è la posizione geografica, non una qualunque: L’Aquila. Tutti, in un modo o nell’altro, chi più chi meno, hanno patito le conseguenze del terremoto del 2009. Hanno resistito, facendo leva su pazienza e buona volontà, oggi hanno l’opportunità di farsi conoscere meglio dai loro concittadini e, in contemporanea, di aprirsi al mondo intero.

 

Grazie a una partnership tra eBay e Confcommercio lanciata oggi, le piccole e medie imprese del territorio hanno a disposizione una vetrina digitale dove raccontare le loro storie, proporre i loro prodotti a chi desidera riceverli a domicilio o, in caso di reticenze e perplessità verso l’e-commerce, andare a ritirarli presso il punto vendita con la certezza di trovare quanto ordinato.

Il contesto economico dell’area non ha ancora smaltito i postumi del sisma, arrivato in concomitanza con una congiuntura in generale non favorevolissima: 236 imprese del settore del commercio sono state costrette a chiudere i battenti soltanto l’anno scorso.

Laquila-dentro

– Credits: iStock. by Getty Images

«Questa è la prima iniziativa del suo genere in Italia e siamo lieti di aver scelto L’Aquila, una comunità che può solo beneficiare dall’avere un marketplace online che aiuta il commercio tradizionale»

Il web è la strada giusta per muoversi in controtendenza. Postulato abbastanza ovvio, supportato stavolta dai numeri: il fatturato delle pmi aquilane su eBay è cresciuto del 435 per cento nei sei anni successivi al terremoto, l’export nel solo 2015 è aumentato del 464 per cento rispetto al 2014. Tra le categorie più fortunate, ci sono moda, casa e arredamento, ricambi e accessori.

Ecco: se il mercato locale è in sofferenza, quello internazionale o anche solo nazionale, senza barriere, si rivela un validissimo palcoscenico per aziende cariche di tradizione, una forte impronta di artigianalità, un notevole senso del coraggio sviluppato sulle proprie spalle.

Claudio Raimondi, general manager di eBay per l’Italia, riassume bene il senso dell’iniziativa: «Crediamo» dice «che l’online non sostituisca il commercio tradizionale ma gli si affianchi, liberando il potenziale delle pmi italiane. Questa è la prima iniziativa del suo genere in Italia e siamo lieti di aver scelto L’Aquila, una comunità che può solo beneficiare dall’avere un marketplace online che aiuta il commercio tradizionale».

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il Maxxi sorgerà anche a L'Aquila

Lo ha comunicato il ministro Franceschini. La sede sarà Palazzo Ardinghelli. Ospiterà poche ma importanti opere frutto di donazioni

Commenti