Mytech

L'italiano che ha vinto le Olimpiadi. Con un software per la pallavolo

Storia dell'ex pallavolista che ha inventato il sistema usato per rilevare le statistiche delle partite in tempo reale. E lo ha venduto in tutto il mondo

Software pallavolo

Al lavoro con il software DataProject per le statistiche di un incontro di pallavolo

Le ragazze della pallavolo non ce l'hanno fatta e i ragazzi, dopo aver battuto gli USA, se la vedranno con il Brasile quindi c'è ancora da battersi per le medaglie, ma intanto un italiano è già salito sul gradino più alto del podio del software olimpico. Il suo nome è Emilio Spirito, ex pallavolista salernitano e ora imprenditore di successo. Si chiama DataProject ed è il software usato in queste Olimpiadi dalla Federazione Internazionale di Pallavolo (FIVB) per il referto elettronico  e per la rilevazione delle statistiche ufficiali.

Questo programma è semplicemente brillante e raccoglie tutte le informazioni di una gara, grazie all'apporto di un solo operatore contro i cinque richiesti precedentemente. Con questo programma di scouting i dati vengono contemporaneamente trasmessi ai display in campo e ai network televisivi collegati e sono ovviamente disponibili in tempo reale sul Web.

Le rilevazioni statistiche di un incontro sono di fondamentale importanza per gli allenatori e per i  media e grazie alla sua semplicità, unita allaenorme efficacia, il software di Spirito è diventato in pochi anni uno standard internazionale. Da poco approdato negli USA, dove  è noto l'atteggiamento protezionistico verso i prodotti provenienti dall'estero, DataProject viene usato anche nel basket e nella pallanuoto.

Qui a Londra sono 22 le squadre nazionali di pallavolo che utilizzano il programma di scouting dell'imprenditore salernitano. L'utilizzo di DataProject ha creato una nuova figura professionale molto ricercata nel mondo dello sport, lo scoutman. Sui campi olimpici sono in prima fila per interpretare e fornire agli allenatori dati che si rivelano vitali per la vittoria di una gara.

Questi ragazzi vanno in giro per il mondo e sono corteggiati dalle nazionali e dalle migliori squadre di volley, basket e pallanuoto.

Quando nell'82 Emilio Spirito propose un programma scritto in linguaggio macchina a Carmelo Pittera, ex allenatore della nazionale, aveva ben chiaro il suo obiettivo e i suoi sforzi sono stati ripagati. Ma non dorme sugli allori e guarda al futuro e sono già pronti programmi da utilizzare con tablet e orientati a segmenti diversi, ovvero le squadre non professioniste e con risorse limitate.

Le statistiche possono essere anche effettute indifferita grazie a DataVideo, una parte integrata nel software di scouting che consente di sincronizzare azioni di gioco e dati statistici.

Per saperne di più www.dataproject.com

20120802_230216_emb4.jpg
© Riproduzione Riservata

Commenti