Internet

Perché Yahoo ha messo Dropbox dentro Mail?

Come Drive per Google e SkyDrive per Microsoft anche l’azienda californiana ha deciso di offrire servizi di cloud storage, puntando sul sicuro

Credits: luisvilla, Flickr

Annunciato sul blog della società nella giornata di ieri, Yahoo ha integrato Dropbox all'interno del proprio client email rendendo più semplice “inviare, ricevere e condividere gli allegati”. Per chi è già cliente Dropbox, Yahoo permette di utilizzare il servizio già da ora aprendo un allegato e scegliendo l’opzione “salva in Dropbox”. Coloro che non hanno ancora un account sul servizio di cloud possono iscriversi direttamente dalle pagine di Yahoo Mail con le maschere integrate direttamente nel sito, senza necessità di recarsi direttamente su Dropbox.

Per inviare un nuovo allegato prendendolo dalle proprie cartelle di Dropbox – si legge sul blog di Yahoo – basta selezionare il menu a discesa accanto all'icona a forma di graffetta in Yahoo Mail e selezionare Condividi da Dropbox”. L’integrazione potrà essere utile per coloro che hanno bisogno di lavorare con file di dimensioni importanti, anche più di 25 MB. Basterà trascinare l’allegato nella email e verrà inviato direttamente tramite Dropbox. L’integrazione di Dropbox è disponibile in tutto il mondo nella sola piattaforma online in varie lingue tra cui inglese, francese, tedesco, italiano e spagnolo.

È chiaro che la mossa di Yahoo strizza l’occhio ai creativi oltre che alle piccole e medie imprese. La soglia superabile dei 25 MB è un sollievo per coloro (come grafici o produttori video-musicali) che spesso lavorano con file di dimensioni notevoli, non facilmente gestibili in remoto. Invece di creare un proprio servizio di cloud storage, con relativi costi di creazione e mantenimento, Yahoo ha preferito un approccio che può certamente essere migliore per i suoi utenti, affidandosi ad un’azienda che fa del cloud storage il suo punto di forza. Con la nuova possibilità offerta ai clienti di Mail Yahoo cerca di ridurre il gap nei confronti dei principali concorrenti come Google e Microsoft che con i rispettivi Drive e SkyDrive hanno già approcciato il cloud storage per le email.

© Riproduzione Riservata

Commenti