Internet

Tooway, l’Internet via satellite che sfida l’Adsl

Siamo andati a Rambouillet, sede di uno dei più importanti teleporti Eutelsat, per capire come funzionano i servizi satellitari a banda larga

Le vedi spuntare come funghi nel bel mezzo di un bosco di conifere: una, due, dieci, cento e più antenne paraboliche di dimensioni abnormi che si stagliano all’orizzonte proprio mentre pensavi che nulla avrebbe interrotto un paesaggio a dir poco monotono.

Siamo a Rambouillet, 50 km a nord di Parigi, ma ti sembra di essere su un altro Pianeta. Non è un caso che proprio qui Eutelsat abbia deciso di piazzare uno dei suoi principali centri di controllo dei suoi satelliti geostazionari. Un’area piatta ma elevata, così la definiscono i responsabili dell’azienda, nella quale non esistono - o perlomeno non si percepiscono - interferenze potenzialmente dannose. Insomma il posto perfetto per chi deve sorvegliare da terra una flotta di oltre 30 satelliti deputati a tutte le principali comunicazioni via spazio: trasmissioni televisive, certo, ma anche servizi dati a banda larga per aziende, privati, operatori e servizi mobili (treni, navi, aerei).

Perché ormai lo sanno tutti: il satellite non è più solo un ponte per le trasmissioni in mondovisione. Oggi sono sempre di più gli utenti che si affidano al network extraterrestre per avere l’agognata banda larga. Del resto la fibra ottica è un privilegio per pochi e anche la più modesta Adsl resta ancora un miraggio per più di 80 milioni di famiglie europee, a causa del ben note difficoltà di cablaggio nelle aree del cosiddetto "digital divide".

Teleport_Rambouillet_Eutelsat_parabole_emb8.jpg

INTERNET OVUNQUE, IN QUATTRO TAGLIE

Sui servizi di banda larga via satellite Eutelsat ci ha costruito un brand, Tooway, presente anche in Italia attraverso alcuni distributori specializzati. "L’offerta - ci spiega Roberto Di Gaetano, Country Manager Italia Eutelsat - è molto trasparente e prevede quattro offerte rispettivamente da 26,90, 36,90, 46,90 e 69,90 euro con velocità di 20 Mbit/s in download e 6 Mbit/s in upload. Ciò che cambia è la quota di traffico inclusa per ciascun pacchetto: si va dai 10 Gb al mese per l’offerta più economica ai 50 Gb/mese per quella più completa. A ciò vanno aggiunti i costi per l’acquisto della parabola e relativa installazione (circa 500 euro).

Teleport_Rambouillet_Eutelsat_centro_controllo_emb8.jpg

Il vantaggio dell’Internet via satellite sta ovviamente nella sua copertura pressoché illimitata. A parte qualche sporadico caso isolato, qualunque ufficio o abitazione, in qualsiasi area dello Stivale – pianeggiante, collinare o montuosa che sia - può essere dotata di una piccola parabola che punta verso il cielo. "E poi", sottolinea ancora Di Gaetano, "quei 6 mega in upload permettono a emittenti, agenzie stampa, imprese e chiunque abbia necessità di trasmettere grandi quantità di dati, ad esempio video, di avere un ottimo supporto per costruire una vera stazione di news gathering, anche mobile".

D’altro canto, è bene precisarlo, i tempi di latenza sono maggiori di quelli di un’Adsl tradizionale. Chi ha bisogno di connettività per giocare online, insomma, è meglio che cerchi altrove.

Teleport-Rambouillet_Eutelsat_satellite_emb8.jpg

IL FUTURO È GIÀ PARTITO
Punto centrale dei servizi di trasmissione in banda larga di Eutelsat è KA-SAT, il satellite lanciato in orbita nel dicembre del 2010 (e attivo da maggio 2011) per offrire servizi dati e video in Europa ed America. Si tratta di un'unità geostazionaria di nuova generazione che opera riutilizzando le stesse frequenze per 20 volte. In questo modo, spiegano i responsabili Eutelsat, si arriva a una capacità totale che supera i 90 Gbps. In pratica più di tutti gli altri 30 satelliti Eutelsat messi insieme.

Come dire che il futuro è già in orbita: fuori dal Pianta Terra non sappiamo se c'è vita, di sicuro c'è banda larga.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti