Internet

Spotify Connect, per ascoltare le playlist allo stereo di casa

Spotify lancia una nuova funzionalità che consentirà di trasferire istantaneamente la musica in ascolto su qualsiasi dispositivo dotato di connessione Wi-Fi, ad esempio lo stereo di casa, senza bisogno di ricorrere a soluzioni come Airplay o Chromcast. Dieci produttori hanno già aderito all'iniziativa, tra cui Philips e Pioneer

Spotify Connect

– Credits: Spotify

Pascal De Mul ha un obiettivo ben chiaro: rendere Spotify accessibile da qualsiasi dispositivo, in qualsiasi momento della giornata, da chiunque abbia un account e un abbonamento premium. De Mul è il capo del comparto partnership hardware, ossia è la persona che si occupa di decidere con quali aziende Spotify debba stringere accordi in modo che integrino il servizio nei propri dispositivi. Per riuscire nel suo ambizioso intento di rendere Spotify ubiquo, oggi De Mul ha annunciato una nuova funzionalità chiamata Spotify Connect .

Si tratta, sostanzialmente, di un nuovo bottone integrato nell’app mobile che consentirà all’utente di trasferire il brano o la playlist che sta ascoltando sul proprio smartphone, a un altro dispositivo, ad esempio l’impianto hi-fi di casa o degli speaker dotati di connessione Wi-Fi, senza bisogno di ricorrere a connessioni Bluetooh o a diavolerie come Airplay e Chromecast. A sentire De Mul, Spotify ha già stretto accordi con dieci produttori, tra cui Philip, Pioneer, Yamaha, Teufel, Denon e Revo, che entro Natale lanceranno sul mercato prodotti dotati di connessione Wi-Fi e integrazione Spotify.

Vogliamo assicurarci che le persone capiscano che la questione non riguarda solamente i dispositivi di fascia alta” ha spiegato De Mul “Sostanzialmente, vogliamo essere ovunque: questo non è altro che un passo strategico per diventare ubiqui nei soggiorni degli utenti.

Nella speranza di De Mul e soci, Connect renderà possibile una situazione tipo questa: esci dal tuo ufficio, scendi in strada e ti pianti le cuffie nelle orecchie, sul tuo smartphone attivi Spotify, è uscito il nuovo disco dei The Lonely Forest e, diamine, lo vuoi ascoltare senza interruzioni, le prime canzoni scivolano via che è un piacere nel tragitto verso la tua macchina, entri nell’abitacolo, schiacci il pulsante connect e trasferisci l’ascolto sull’autoradio con integrazione Spotify, ti scodelli quasi tre quarti di disco sulla strada verso casa, parcheggi la macchina in box, schiacci di nuovo Connect e di nuovo ti si apre una tendina con tutti i dispositivi che hai connesso al tuo account Spotify, selezioni lo stereo di casa e ti avvii verso il soggiorno, da cui già arrivano le note della canzone che stai ascoltando, e a quel punto il tuo smartphone ti servirà unicamente da radiocomando.

Inizialmente, la funzionalità Connect sarà disponibile per le app iOS, ma l’azienda ha già dichiarato di stare lavorando anche alle versioni per Android e Desktop. Tuttavia, il traguardo finale a cui punta Spotify è entrare in ogni genere di dispositivo, dalle TV alle auto connesse . Ma per ottenere ciò, è prima necessario che Spotify raggiunga accordi anche con i provider cellulari, con cui già pare siano già in atto delle trattative.

Insomma, Spotify sembra deciso a giocare ogni possibile carta nella sua partita per la conquista del settore streaming mobile. Fossi in voi, mi preparerei a trovare il suo bollino verde anche sul frigo di casa.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti