Internet

Spotify Browse: le playlist selezionate dagli esperti

Il servizio di streaming musicale aggiunge una terza dimensione alla scoperta di brani e artisti: invece di algoritmi ci sono degli esseri umani che scelgono e propongono, per "ogni occasione"

– Credits: Wavebreak Media/ Thinkstock

La notizia è di ieri, però merita attenzione: Spotify ha aggiunto Browse alle sue funzioni.

Browse è, in sostanza, un modo per conoscere le playlist create dagli altri utenti, per assemblarne nuove, una "per ogni occasione". A differenza di Discover e Radio - i due servizi basati su algoritmi che aiutano gli ascoltatori a scoprire e selezionare la musica e gli artisti - con Browse la scoperta della musica viene mediata dalla selezione fatta da redattori di Spotify.

Per ora Browse sarà disponibile solo per le app iOs e Android. Immediatamente per gli utenti Premium, gradualmente per tutti gli altri. Non serve aggiornare l'app.

Il blog ufficiale di Spotify così spiega l'offerta di Browse:

Musica per ogni momento: abbiamo il pezzo giusto per quando andate sui mezzi pubblici al lavoro o a scuola, per la festa di questa sera e per il dopo-sbornia di domani mattina.

Musica per ogni umore: non solo generi, ascoltate una playlist per una storia d'amore o una collezione di chitarristi che vi provoca emozioni pazzesche (quelle tipiche dei grandi concerti rock).

Alla scoperta di quello che è più attuale e quel che c'è di nuovo: trovate tutti gli ultimi album e i singoli dei vostri artisti favoriti (o di quegli artisti che presto doventeranno favoriti), e una collezione delle migliori playlist.

Spotify Browse aggiunge un tocco umano alle nostre raccomandazioni, creando un approccio tridimensionale alla scoperta di musica. [Spotify Blog ]

Spotify si appresta anche a cambiare il servizio di messaggistica fra gli utenti, introducendo Messages che sostituirà il sistema attuale, un po' rigido. [The Verge ]

© Riproduzione Riservata

Commenti