Internet

Samsung prepara il 5G. Entro il 2020 scaricheremo un film in un secondo

Una nuova tecnologia chiamata adaptive array transceiver consente di sfruttare onde ad altissima frequenza per la connettività wireless. Già nei primi test, Samsung ha raggiunto una velocità di connessione superiore a 1Gbps

Credits: woodleywonderworks @ Flickr

Della connettività 4G si è parlato a lungo, è uno degli argomenti chiamati in causa d’ufficio quando si introduce un nuovo smartphone (quindi, spesso), in molti aspettano il definitivo diffondersi di questa tecnologia che da anni promette una velocità di connessione capace di rivoluzionare il nostro modo di interfacciarci alla Rete. Eppure, il processo di introduzione di questo nuovo tipo di connettività è ancora lungi dall’essere completato, in alcune zone del mondo lo intravedono come una specie di miraggio, e nella stessa Europa, molti non sanno nemmeno cosa sia.
Per questo risulta ancor più sorprendente venire a sapere che dall’altra parte del continente asiatico, a Seoul, c’è chi sta già tentando di pensionare il 4G con una tecnologia che promette una velocità di connessione “centinaia di volte superiore”.
Stiamo parlando di Samsung, in un comunicato ufficiale diffuso oggi l’azienda coreana ha infatti reso noto lo sviluppo di un nuovo tipo di tecnologia che potrebbe consentire la diffusione di una connettività wireless 5G entro il 2020. Per ottenere questo risultato, gli ingegneri Samsung si sono concentrati sull’utilizzo di onde EHF (Extremely High Frequencies), onde radio con una frequenza compresa tra 30 e 300 GHz.
Si tratta di una frequenza più elevata di quella convenzionalmente utilizzata per questo tipo di telecomunicazione (per capirci, vengono comunemente utilizzate in ambito radioastronomico e per il telerilevamento). Questo tipo di onde (conosciute anche come onde millimetriche) non sono mai state esplorate per la connettività wireless perché risulta difficile propagare un segnale su lunghe distanze utilizzando questa frequenza.
Samsung ha sfruttato una nuova tecnologia chiamata adaptive array transceiver, basata su un sistema di 64 antenne, che per ora si è dimostrata in grado di riuscire a trasmettere 1,056 Gbps a una frequenza di 28GHz su una distanza di 2 chilometri, ma l'obiettivo dei ricercatori è raggiungere l'ordine delle decine di Gbps.
Per avere un’idea della velocità di trasmissione di cui stiamo parlando, una tecnologia 5G consentirebbe di scaricare un film in alta definizione in un secondo, e potrebbe quindi spalancare le porte a nuove opportunità di fruizione dell’intrattenimento in Rete (come ad esempio i film in 3D).
La speranza di Samsung è quella di perfezionare la tecnologia in modo da poterla lanciare a livello mondiale entro i prossimi 7 anni. Tra le varie prospettive c’è quella di consentire un accesso pubblico alla Rete tramite Wireless, in qualunque parte del mondo.

© Riproduzione Riservata

Commenti