Internet

Google Maps, 5 cose che ci possiamo aspettare dal restyling

Mappe customizzate a seconda della ricerca, un'integrazione profonda con Earth e Flight Search, un servizio che impara i tuoi gusti... Sono alcune delle novità attese per il nuovo Google Maps che, con ogni probabilità, verrà presentato stasera alla Google I/O conference

Nuovo Google Maps

– Credits: Google / DroidLife

Una delle novità più attese dell’imminente Google I/O conference è sicuramente il restyling di Google Maps . Il servizio di geolocalizzazione ideato da Mountain View è talmente ubiquo, particolareggiato e calibrato da essere un punto di riferimento per legioni di sviluppatori, utenti mobile e semplici internauti. Per questo la decisione di Google di scivolare sotto la carrozzeria di Maps per mettere mano al suo motore sta creando tante attese.

Settimana scorsa, Google si era lasciato scappare qualche screenshot, concedendo alla platea di curiosi uno sguardo sulla nuova interfaccia, riuscendo a seminare un ventaglio di diverse reazioni tra chi è solito utilizzare di frequente il servizio mappe. Stamattina, invece, non si sa quanto involontariamente, la pagina di sign-up del nuovo servizio è andata online, insieme a un’altra infornata di screenshot . Il “bottino” è rimasto online per poche ore, abbastanza per lasciare intravedere quello che potrebbe essere il nuovo Google Maps.

Ecco allora le cinque novità che possiamo aspettarci dal nuovo servizio mappe di Big G.

1. Una nuova barra per la ricerca
Già accennata nel leak di settimana scorsa, questa novità è importante affida un ruolo di primo piano alla ricerca nell’universo mappe. Nella visualizzazione a schermo intero la nuova barra di ricerca sarà posizionata in alto a sinistra, digitando la propria query si può accedere direttamente a un’ampia scelta di informazioni, dalle recensioni utente di un certo ristorante, alle indicazioni stradali per raggiungere un luogo, alla sua descrizione dettagliata.

2. Una mappa su misura per ogni ricerca
Le parole “mappa” e “ricerca” da ora in poi andranno a braccetto, da domani ogni ricerca condotta su Google Search fornirà tra i risultati una mappa customizzata, almeno è quello che si intuisce dalle stringate descrizioni apparse nel leak. “Qualunque cosa tu stia cercando, ovunque tu stia cercando di andare, Maps disegnerà una mappa ad hoc che metterà in risalto le informazioni più importanti per quella ricerca.”

3. Un album fotografico geolocalizzato a portata di mano
Quando si selezionerà su Google Maps un luogo specifico si avrà automaticamente accesso a tutte le immagini che Google ha a disposizione su quel luogo, senza dover perdere tempo in altre ricerche. In questo modo, Google renderà più fluido l’accesso a quei set speciali di immagini Street View realizzati negli ultimi mesi, come i monumenti di Google Wonders , i fondali oceanici o gli interni degli edifici di alcune città.

4. Integrazione migliorata con Earth e Flight Search
Tutte le informazioni di Google Earth verranno integrate in modo da poterle ottenere automaticamente senza bisogno di alcun plug-in. Lo stesso vale per Flight Search, il servizio di Google per pianificare itinerari in aereo. Nella nuova versione, tra le opzioni delle indicazioni stradali ci dovrebbero essere anche informazioni sulle tratte aeree.

5. Più lo usi, più impara
Il nuovo Google Maps dovrebbe essere in grado di imparare i tuoi gusti e le tue abitudini, per perfezionare giorno dopo giorno il servizio fornito. A seconda dei luoghi che recensisci, degli itinerari che percorri e dei luoghi che hai visitato, Google Maps provvederà a mettere in evidenza le cose più potenzialmente interessanti e a suggerirti soluzioni convenienti (e, con ogni probabilità, offerte pubblicitarie).

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Google Maps, ecco perché ci dice la verità

Si chiama Truth Ground ed è il cuore del sistema di raccolta dei dati che sta alla base della cartografia di Mountain View. Forse l'arma più raffinata costruita negli anni dal colosso californiano per battere la concorrenza degli altri navigatori. E di quelli che verranno...

Commenti