Internet

Mysocialpet, il sito per cani e gatti

Dal motore di ricerca per un'adozione, allo staff di veterinari a disposizione fino ai consigli zen. L'ultima novità web per gli amici a quattro zampe

In Italia quasi il 22 per cento delle famiglie ha un cane, e il 20 per cento un gatto, che gira per casa. È dall'osservazione di questo dato di fatto che è nato un portale ad hoc per gli animali domestici, Mysocialpet, che offre una serie di servizi e una finestra di condivisione sugli amici a quattro zampe che si desidera adottare con notizie utili, video divertenti e oroscopi da interpretare. Il tutto, ovviamente, in un'ottica social con l'invito a partecipare alle discussioni anche sui propri account dei vari social network con amici o followers.

Ma vediamo nel dettaglio cosa offre Mysocialpet.

- Trovapet: è l'unico motore di ricerca per cani e gatti da adottare che permette di eseguire la propria ricerca in base a diversi parametri (razza, sesso, età, taglia, regione...) avendo a disposizione una banca dati che abbraccia tutto il territorio nazionale in modo da evitare tour in canili e gattili e risparmiare tempo.

- Espertopet: è il servizio che mette a disposizione uno staff di veterinari che rispondono alle domande degli utenti;

- Mondopet: si tratta di un vademecum con informazioni utili per il proprio animale, dai locali alle farmacie, dai pet shop alle pensioni, dagli hotel ai centri di toelettatura.

- Astropet: è un po' la ciliegina sulla torta del sito, con i suoi consigli zen per umani e animali a cura di Paolo Dog.

I proventi del portale, infine, sostengono VetsForPets onlus, un'associazione senza scopo di lucro che raccoglie le adesioni al progetto Trovapet e aiuta canili e gattili sotto forma di alimenti, medicinali, coperte e altro materiale utile. A garantire sull'operato della onlus c'è un Comitato Etico in cui siedono Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano, James Noble, Presidente di Deloitte Italia, Daniela Proverbio, Docente alla Facoltà di veterinaria dell'Università di Milano, Patrizia Asproni, Presidente di Federcultura e della Commissione Cultura di Congindustria, Paolo Barozzi, Senior Partner dello studio legale Grande Stevens.

© Riproduzione Riservata

Commenti