Internet

Kickstarter sfonda quota 1 miliardo di dollari

In 5 anni la piattaforma di crowdfunding più nota dell'infosfera ha raccolto 1 miliardo di dollari. All'inizio si trattava di videogiochi indipendenti e dischi autoprodotti, ora Kickstarter è un punto di riferimento per artisti e imprenditori 

kickstarter 1 mld

– Credits: Scott Beale @ Flickr

Nella primavera del 2009, il 28 aprile per essere precisi, tre ragazzi lanciano una piattaforma di crowdfunding che all’inizio fa alzare ben poche sopracciglia. Cinque anni dopo, la piattaforma in questione è diventata sinonimo stesso di crowdfunding e ha da poco registrato il miliardesimo dollaro raccolto.

Sto parlando di Kickstarter, naturalmente, un sito che, partito in sordina e circondato da una torma di grigi detrattori, è arrivato nel giro di poco tempo a scatenare piccole rivoluzioni nei settori più disparati. Quando Perry Chen e colleghi lanciarono il sito, nel 2009, il crowdfunding non aveva la portata che ha oggi, ma già esistevano siti che consentivano a semplici utenti di registrarsi e lanciare raccolte fondi per determinati progetti. Per questo la comparsa di Kickstarter, all’inizio, suscitò reazioni abbastanza tiepide . “Ma come” si sentiva dire “un altro clone di FirstGiving?”.

Ci è voluto poco perché la piattaforma prendesse piede, complice il suo meccanismo estremamente semplice e intuitivo. Che tu avessi un disco da incidere, un film da finanziare, un videogioco da sviluppare, era sufficiente iscriversi, caricare immagini o video esemplificativi, un tetto da raggiungere entro una determinata scadenza, fissare dei “premi” per ricambiare la cifra versata, e sedersi ad aspettare.

Nel giro di pochi anni, Kickstarter si è diffuso al punto da andare ad erodere le fondamenta dello stesso star system, basti pensare che un nome Zach Braff ha deciso di rivolgersi alla platea di Kickstarter per finanziare un suo film (raccogliendo 2 milioni di dollari in tre giorni). Altri casi esemplari sono quello di Pebble (ancora oggi considerato da alcuni lo smartwatch più convincente) e la console videogame Ouya.

Non sono mancate le controversie, i progetti abbandonati, le accuse di truffa; ma al netto di tutto i primi cinque anni di Kickstarter sono un vero successo. Oggi le piattaforme di crowdfunding sono ubique, eppure la creatura di Chen e soci domina incontrastata dall’alto del suo record di 1 miliardo di dollari raccolti (di cui solo 42 milioni sono finiti nelle casse di Kickstarter).

È interessante notare come, su 135.270 campagne lanciate in 5 anni, solo il 43% sia arrivata a compimento, mentre delle rimanenti il 10% non ha ricevuto un solo dollaro. Per comprendere quanto sia stata esplosiva la crescita della piattaforma è sufficiente notare che quasi la metà di questo primo miliardo è stata raccolta nell’ultimo anno.

Ma Kickstarter è anche la dimostrazione che il fenomeno del crowdfunding ha ormai raggiunto una portata globale. Sebbene infatti almeno 2/3 del denaro raccolto proviene dagli Stati Uniti, la paittaforma ha raccolto utenti da 224 paesi diversi.

© Riproduzione Riservata

Commenti