Internet

John McAfee arrestato. Anzi, no

Un breve messaggio sul blog ufficiale di John McAfee segnala la possibile cattura dell'ex re degli antivirus al confine tra Belize e Messico; ma subito arrivano le smentite

John McAfee sulla copertina di "The Hinterland" (Credit: Copyright 2012 Chad Essley)

John McAfee catturato: la notizia porta la data del 1° dicembre, arriva dal blog ufficiale dell'ex re degli antivirus e subito dopo non ci sono ulteriori messaggi sul sito.

Tutto farebbe pensare che davvero il paranoico John, ricercato dalle autorità locali come persona informata sui fatti in merito a un omicidio, sia stato davvero arrestato e che pertanto non gli sia possibile al momento scrivere altro sul sito, né di fornire notizie all'amico Chad Essley, il cartoonist che sta collaborando a tenere vivo il blog.

L'ultimo messaggio dice solo: "Abbiamo ricevuto la notizia non confermata che John McAfee sarebbe stato catturato al confine tra Belize e Messico. Maggiori informazioni appena disponibili".

Ma mentre alcuni organi di stampa si affrettano tra ieri e oggi a dare la notizia e a commentarla, partono rapidamente le smentite. Un sito indipendente che sta seguendo la vicenda, The John McAfee Story segnala un articolo che riporta dichiarazioni di Daniel Guerrero, sindaco di San Pedro. Il quale seccamente smentisce l'arresto: "Non è vero". Guerrero è in contatto con la polizia che ha eseguito controlli a tappeto ma che gli avrebbe confermato che il pioniere dell'informatica è ancora in fuga. La smentita è supportata anche da Jorge Aldana, reporter di una testata locale che sta seguendo il caso.

La telenovela continua. Tra le ultime cose degne di nota, un recente raid - ennesimo - della polizia in casa McAfee e una interessante riflessione dal sito indipendente che dicevamo: e se McAfee avesse dato fastidio non al governo, ma a trafficanti di droga? Una mappa pubblicata su johnmcafeestory.com , in effetti, mostra come una "via della droga" utilizzata dal cartello criminale noto come Las Zetas, passi pericolosamente accanto ad entrambe le residenze di McAfee in Belize.

Quanto al blog ufficiale, a detta di Chad Essley, sarebbe andato in tilt a causa di un lungo articolo sulla vicenda pubblicato oggi dal New York Times . Alla prossima puntata...

© Riproduzione Riservata

Commenti