Internet

Google Tips, 5 suggerimenti per sfruttare al meglio Big G

L'ecosistema di Google offre sempre più servizi sempre più integrati fra di loro, per aiutare gli utenti a orientarsi in questa giungla, Google ha lanciato un sito apposito

Google Tips

– Credits: Google

L’universo di servizi Google è ormai così sterminato che un utente alle prime armi rischia di perdersi alla prima svolta. A Mountain View sono consci di ciò, come lo sono del fatto che un utente inesperto molto probabilmente non è al corrente di tutte le funzionalità offerte dall’ecosistema di Big G, ed è quindi preda facile della concorrenza. Questa prospettiva - il nuovo utente che finisce per iscriversi a servizi terzi quando potrebbe rimanere nello steccato di Google senza doversi inventare nuove password - è un problema non solo per l’ego dei capoccia di Mountain View, ma anche e soprattutto per gli inserzionisti che rappresentano una fetta fondamentale degli introiti di Google.

Per ovviare a tutto ciò, Google oggi ha inaugurato un nuovo sito, chiamato Google Tips , dove l’utente sprovveduto può trovare suggerimenti per utilizzare al meglio il ventaglio di servizi offerti dall’azienda. I suggerimenti sono offerti sotto forma di cards assortite in modo casuale in cinque schermate. Clicchi su una delle cards e Google ti sciorina le slide di un tutorial a prova di imbecille.

Intendiamoci, ci sono migliaia di utenti che seguono assiduamente gli aggiornamenti di Google e sanno già come districarsi in questa giungla di offerte, ma tra i vari suggerimenti alcuni possono risultare davvero utili, anche per chi si crede sufficientemente ferrato. Ne abbiamo scelti 5. 

1- Come guardare video su YouTube senza doverli caricare
L’app YouTube di Android ha una funzionalità interessante, ti permette di caricare una playlist di video mentre sei connesso al Wi-Fi, in modo da poterla fruire senza problemi quando poi sei fuori casa. Una volta scaricata l’app e connesso al tuo account Google, cliccando sui tre pallini verticali in alto a destra sulla schermata dell’app vai su Impostazioni, quindi su Preload. In questa sezione potrai scegliere di precaricare i video dei canali a cui sei iscritto e/o quelli che hai scelto di guardare in un secondo momento. I video già caricati sarano contrassegnati dal simbolo verde di una frecce.

2- Programmare un evento senza dover chiedere la disponibilità a tutti i partecipanti
Accedi al tuo account Google e quindi a Calendar. Una volta creato l’evento, scelta la data e inserite le informazioni necessarie ai potenziali partecipanti, invita le persone desiderate inserendo il loro indirizzo mail. Di fianco alla tab Event Details, troverai quella Find a time, cliccandoci sopra il servizio andrà a evidenziare gli intervalli di tempo in cui tutti gli invitati sono presenti, a quel punto potrai fissare l’orario e renderlo noto a tutti. Naturalmente, il servizio funziona solo per quegli invitati che condividono con te il proprio calendario.

3- Portarti i tuoi contatti ovunque vai, senza dover ricorrere al telefonino
Agli utenti esperti suonerà ovvio, ma per quelli meno navigati quello dei contatti è spesso un problema: una parte la salvi su Google, l’altra sulla SIM, l’altra sulla scheda SD, il risultato è che passando da un dispositivo all’altro brancoli nel buio. Accedendo, sul tuo telefonino, alla sezione Contatti, clicca su Impostazioni e quindi su Account. Selezionando il tuo account Google potrai scegliere di sincronizzare tutti i contatti attuali con il database Google, e volendo, fare in modo che il sistema si sincronizzi automaticamente ogni volta.

4- Salvare i tuoi posti preferiti su Google Maps in modo da non doverli più cercare
Per utilizzare questa nuova funzionalità devi accedere al nuovo Google Maps in versione desktop, autenticarti su Google e cominciare a cercare i tuoi posti più frequentati. Una volta selezionati, accanto alle indicazioni, troverai l’icona di una stella, cliccandoci sopra aggiungerai il luogo ai preferiti e potrai averlo a portata di mano in tutti i tuoi dispositivi.

5- Delegare a Google la tua memoria a breve termine
Dopo avere effettuato l’accesso al tuo account, direttamente da Gmail puoi chiedere a Google di rinfrescarti la memoria su una serie di cose: l’orario del tuo prossimo volo, i dettagli del ristorante a cui devi andare stasera, gli appuntamenti che hai per settimana prossima, le foto che avevi scattato in Corsica ad Agosto.

Quest’ultimo suggerimento in particolare dimostra quale sia la strategia dietro Google Tips. Per poter ottenere i vantaggi descritti nel punto 5, infatti, è necessario che l’utente sia un assiduo utilizzatore dei servizi Google. Il messaggio qui è piuttosto chiaro: se delegherai ogni tua necessità a noi, ti renderemo la vita più facile che mai.

Il che potrebbe anche essere vero, non fosse che l’enorme quantità (e varietà) di dati che Google acquisisce su di te, ti rendono l’equivalente umano di un batterio sotto vetrino. E questo, se un po’ ci tieni alla tua privacy (o se sei corredato di un minimo sindacale di paranoia), dovrebbe farti riflettere.

© Riproduzione Riservata

Commenti