Internet

Google si farà il suo Spotify

C’è già l’accordo con Universal e Sony, resta da definire il prezzo del servizio. La presentazione domani alla conferenza con gli sviluppatori

Fra tutte le anticipazioni  circa gli annunci che Google si appresta a fare in occasione della tradizionale conferenza con gli sviluppatori, ce n’è una dell’ultima ora che ha del clamoroso: il lancio di un servizio di musica in streaming alla Spotify.

A darne notizia l’autorevole The Verge , che parla dell’estensione di un accordo già in essere con Universal Sony Music (oggi partner di YouTube e Google Play) verso un nuovo servizio di musica on-demand da utilizzare via PC e dispositivi mobili.

Difficile che Google possa questa volta regalare il servizio come ha già fatto in passato con altre G-app. Più probabile – scrive il New York Times – che venga offerta agli utenti la possibilità di sottoscrivere un abbonamento attraverso Google Play al prezzo di 5-10 dollari al mese, tariffe sostanzialmente in linea con gli standard proposti oggi da Spotify.

L’annuncio, che potrebbe essere diramato già domani, appare certamente giustificato in ragione degli attuali trend di consumo nel settore delle musica digitale. Che in alcuni casi – vedi ad esempio la stessa Universal – ha già superato la distribuzione fisica: lo scorso anno il 54% di tutta la musica venduta dalla major è stata veicolata attraverso il Web.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Google I/O: i cinque annunci più probabili

Dal nuovo Nexus 7 allo smartphone Motrorola, dal restyling di Google Maps alla piattaforma unificata di chat: ecco quali sono le novità più attese dalla conferenza con gli sviluppatori di Mountain View

Commenti