Internet

Niente morte, siamo Calico

Da una joint venture tra Google e Apple nasce un’azienda che vuole (quasi) renderci immortali e promette: "Mai più il cancro"

Credits: Waiting For The Word, Flickr

Come se non bastasse tutto quello che Google sa già delle nostre vite. Il progetto più ambizioso di sempre dell’essere umano, almeno da quando ha il lume della ragione, è questo: non morire. Rompere i naturali limiti temporali, avvicinarsi all’immortale e all’infinito. Non si tratta solo di un modo poetico per non voler lasciare questa vita ma uno strumento contro le malattie che ogni giorno portano via milioni di persone in tutto il mondo. L’opinione di Larry Page, co-fondatore e amministratore delegato di Google è chiara e condivisibile: ”La malattia e l'invecchiamento colpiscono le nostre famiglie. Con una speranza di vita più lunga, pensando in grande, la biotecnologia può davvero migliorare milioni di vite”.

Un mix di medicina, scienza e tecnologia che non ha lasciato indifferente Arthur Levinson, Presidente della Apple ed ex-CEO della Genetech Inc., società specializzata in attività biotecnologiche fondata nel 1976 dal capitalista Robert A. Swanson e dal biochimico Dr. Herbert Boyer. Con tali premesse Page e Levinson si sono uniti in una nuova società chiamata Calico, annunciata su Google+ ,  che vuole realizzare progetti nel campo della salute e del benessere. Lo scopo ultimo non è semplice: allontanare sempre di più la morte.

Sul progetto Calico vige ancora un assoluto segreto. Nessuno sa che cosa c’è in cantiere o quale soluzione ai maggiori problemi di salute Google e Apple potrebbero lanciare. Di certo la sfida non è da poco per due aziende che hanno sempre lavorato su progetti “concreti” come software e hardware. Entrambi i fautori di Calico hanno però un asso importante da giocare: la disponibilità economica, un fattore non trascurabile quando si tratta di fare ricerca e sviluppo seppur in un campo difficoltoso come quello scientifico.

Durante un’intervista al Time Larry Page ha dichiarato: “Una delle cose a cui pensavo è che deve essere fantastico sconfiggere mali come il cancro, per cui si potrebbero aggiungere almeno tre anni di vita alle persone”. C’è da dire che Google non gode di molta stima nel panorama della salute. Il suo servizio Google Health, per tenere traccia dello stato fisico di malati e pazienti cronici, è stato lanciato nel 2008 e definitivamente chiuso nel 2011 . Secondo Google, Calico è diverso. La sua forza starebbe nell’eterna (questa si) rivalità tra i due colossi statunitensi, prima concorrenti nel settore dell’hi-tech di consumo, oggi uniti per sconfiggere la morte. Ci riusciranno? Se lo chiede il prossimo Time in edicola , e non è il solo.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti