1-Articolo-Pano_a
Internet

5 cose (più una) che non pensavi di poter fare sul cloud

Per molte società – e in particolar modo per la piccola e media impresa - il cloud può essere la chiave per semplificare azioni e processi sulla carta considerati onerosi. Ecco i consigli di Microsoft

Il cloud si è evoluto. Da quella infrastruttura primordiale nata per ridurre i costi di gestione di un IT residente, si è passati nel giro di pochi anni a strumenti sempre più capillari e flessibili: parlare di cloud al giorno d’oggi significa confrontarsi non tanto con un singolo prodotto o una singola soluzione, ma con una modalità operativa che consente di affrontare problematiche aziendali di ogni ordine e dimensione.

Per avere un’idea delle possibilità concesse dalla “nuvola” è sufficiente dare una rapida scorsa al catalogo delle soluzioni che Microsoft ha radunato intorno al brand Azure. Ciò che salta subito all’occhio è l’estensione e la trasversalità delle risorse a disposizione, un mosaico di servizi pensati per lambire tutti i punti nevralgici del business e dei processi aziendali, dall’analisi all’elaborazione dei dati, dal database alle applicazioni per dispositivi mobili, dall’archiviazione al Web.

Qui di seguito 6 esempi delle possibili declinazioni del cloud secondo Microsoft.

Avviare un progetto di Internet of Things (IoT)
Progettare un’applicazione IoT può apparire alquanto complesso, soprattutto per un’azienda che non dispone di una base dati strutturata. Per questo motivo Microsoft ha creato Cortana Intelligence Suite, una piattaforma di servizi e soluzioni ad abbonamento concepita per trasformare i dati in azioni “smart”. Per le aziende ciò si traduce nella possibilità di dare vita in tempi ristretti a oggetti intelligenti, capaci cioè di interagire con l’ambiente circostante attraverso lo scambio di dati su Internet. Una società attiva nel campo manufatturiero, ad esempio, può mettere le sue macchine in condizione di lavorare in modo più efficiente, analizzando in tempo reale i dati di produzione e confrontandoli con lo storico per avere un quadro predittivo delle azioni da intraprendere.

Rinnovare un sito Web
Avere un sito Web oggi non basta più. Clienti e partner richiedono un livello di interazione che va ben oltre il semplice “portale vetrina”. Da qui l’idea di Microsoft di offrire un servizio ad abbonamento mensile (Azure Web App) per creare, distribuire e gestire in tempi rapidi potenti siti Web e app Web basati sui principali standard di programmazione. La possibilità di sfruttare librerie di API predefinite semplifica la connessione a servizi di terze parti, elevando il numero e la qualità delle risorse Web a disposizione: un’azienda che opera nel campo dell’e-commerce, ad esempio, può offrire ai propri clienti la facoltà di iscriversi a una newsletter o pagare usando Bitcoin o altre valute alternative.

Gestire i dispositivi mobili di tutta l’azienda
La sicurezza non è un problema che riguarda la sola infrastruttura di Rete, ma anche le piccole e grandi interazioni che ciascun dipendente ha dentro e fuori l’azienda. Secondo una ricerca recente operata da Stratecast (Frost & Sullivan), più dell’80% degli impiegati utilizza applicazioni e servizi non autorizzati. Per ovviare al problema, Microsoft ha creato Cloud App Security, una soluzione che mette l’IT nelle condizioni di gestire facilmente tutti i dispositivi dei propri dipendenti, impostando le policy per le applicazioni a rischio, ma anche individuando e prevenendo le eventuali minacce informatiche. 

Sviluppare app mobili multipiattaforma
Sviluppare applicazioni mobili può essere un problema, specie quando si punta a raggiungere un bacino molto ampio di utenti ma si dispone di un budget limitato. La ricetta di Microsoft per le aziende di tutte le dimensioni (PMI comprese) passa attraverso i servizi Xamarin per la creazione di applicazioni multipiattaforma. Il vantaggio sta qui nella possibilità di scrivere una sola volta il codice dell’applicazione, lasciando al cloud il compito di testarlo e declinarlo sui vari sistemi operativi, da Android a iOS, da Windows a Blackberry.

Avere i dati che contano su un’unica schermata
La quantità di dati in azienda aumenta in modo esponenziale. Ma come fare per gestirli? Come distillare le informazioni utili al business dal rumore di fondo? La risposta di Microsoft sta in un tool di strumenti di reportistica e business intelligence adatto a tutte le imprese, anche quelle di piccole dimensioni. Power BI, questo il nome della soluzione, consente di creare gratuitamente e in breve tempo dashboard e quadri di sintesi personalizzati, partendo dal dato grezzo importato da diverse piattaforme. A queste funzionalità si aggiunge, nella versione a pagamento, la possibilità di effettuare la pubblicazione e la condivisione dei report.

Massima sicurezza nell’utilizzo dei dati
Microsoft comprende che, per rendersi conto dei vantaggi offerti dal cloud, i clienti devono essere pronti ad affidare al provider di servizi cloud una delle loro risorse più preziose: i dati. La lunga esperienza nella fornitura di servizi online ha comportato ingenti investimenti in una tecnologia di base per l'integrazione di sicurezza e privacy nel processo di sviluppo. Col tempo, Microsoft ha sviluppato informative sulla privacy e misure di sicurezza leader del settore e ha partecipato a programmi internazionali per la conformità con verifiche indipendenti dei risultati raggiunti

© Riproduzione Riservata