Internet

29 febbraio, un doodle per l'anno bisestile

Google oggi sulla sua home page celebra la data che ricorre ogni 4 anni

doodle-29-febbraio

Il doodle di Google dedicato all'anno bisestile

È dedicato all'anno bisestile il doodle di Google di oggi. Il motore di ricerca celebra la data del 29 febbraio, che ricorre ogni 4 anni.

 

Nel 46 a.C., Giulio Cesare, per pareggiare i conti con le sei ore circa che ''avanzano'' ogni anno dai 365 giorni canonici, seguendo i calcoli dell'astronomo Sosigene di Alessandria introdusse nel suo calendario un giorno in più ogni 4 anni, subito dopo il 24 febbraio. E poiché il 24 febbraio in latino era il ''sexto die ante Calendas Martias'', quel giorno diventò il ''bis sexto die'', da cui la denominazione ''bisestile''.

Fu però Papa Gregorio XIII ad accorgersi che con il passare dei secoli il calendario civile non andava d'accordo con il calendario solare e anzi si rischiava di finire a celebrare la Pasqua in estate. Nel 1582 con la bolla papale Inter gravissimas eliminò dunque tre anni bisestili ogni 400 (quelli d'inizio secolo), riducendo la differenza a soli 26 secondi in eccesso (la durata media dell'anno è ora di 365,2425 giorni). Il giorno in più diventò il 29 febbraio e per quell'anno si riportò l'equinozio di primavera al 21 marzo saltando d'un colpo dal 4 al 15 ottobre.

© Riproduzione Riservata

Commenti