Da Berlino

Dopo esser entrato di diritto nel parterre de roi dei produttori di smartphone, Huawei prova ora sfondare anche nel campo dei PC portatili. Lo fa con tre nuovi prodotti della linea MateBook - un ultrabook,, un ibrido 2-in-1 e un notebook di fascia media - accomunati dalla presenza di Windows 10 e dei processori Intel Core di settima generazione.

Per aiutarci a distinguerli la società cinese punta su tre lettere X, D, E - le iniziali di Xtreme, Elegant e Dynamic, gli attributi scelti per sintetizzare le caratteristiche distintive - ma soprattutto su tre form-factor differenti; segno evidente della volontà di mettere il naso in tutti i campi del PC da asporto.

“Vogliamo portare la nostra innovazione in tutti i campi della vita digitale ha tenuto a precisare Richard Yu in occasione della conferenza di presentazione”, quasi a chiarire che quello dei portatili non vuole essere un hobby da portare avanti con la mano sinistra, ma un impegno serio e ragionato, sotto tutti i punti di visti.

Huawei MateBook X: l'ultrabook che sfida il MacBook Pro
Ma procediamo con ordine. Cominciando da quello che è probabilmente il modello più audace fra i tre nuovi prodotti presentati da Huawei a Berlino. Stiamo parlando del MateBook X, un ultrabook piuttosto potente (garantisce Intel e la sua gamma di processori i5 e i7 Core di settima generazione) che si fa notare soprattutto per i suoi materiali raffinati (alluminio e gorilla glass su tutti), il suo design tagliente e gli ingombri ridotti all’osso.

Proprio su quest'ultimo aspetto sembrano essersi concentrate le attenzioni dei tecnici della casa di Shenzhen. Che hanno lavorato di cesello per ridurre la cornice esterna del display (solo 4,4 millimetri per lato) e scremare i componenti ritenuti superflui: le ventole, per dire, non ci sono più; al loro posto un nuovo sistema di dissipazione basato sull’uso di un materiale prelevato direttamente dall’industria aerospaziale. Lo stesso dicasi per le cosiddette porte secondarie (HDMI, VGA, USB), cancellate per evitare di sovraccaricare lo chassis sul piano dello spessore: tutto ciò che è di primaira importanza (dati e alimentazione) ora passa attraverso il connettore Usb Type-C, per tutto il resto si può sempre acquitare un dock esterno (venduto separatamente al costo 69 euro).

Il risultato è un notebook ultrasottile e ultraleggero che - a livello di misure - fa meglio persino del celebratissimo MacBook Pro da 13'': 12,5 millimetri di spessore (contro i 14 del Mac), poco più di 1 Kg di peso (quasi il 25% in meno rispetto ad Apple), ma soprattutto 88% di superficie utile dello schermo (contro il 76% offerto dal nuovo notebook professionale della Mela).

Diamo un'occhiata ai prezzi (con l'asterisco i modelli per il momento non presenti in Italia): 

• Huawei MateBook X con processore Intel i5 Core, 8 GB di RAM e SSD da 256 GB: 1.399 euro
• Huawei MateBook X con processore Intel i5 Core, 8 GB di RAM e SSD da 512 GB: 1.699 euro*
• Huawei MateBook X con processore Intel i7 Core, 8 GB di RAM e SSD da 512 GB: 1.699 euro*



Huawei MateBook X

– Credits: Huawei

Huawei MateBook E: l'ibrido si fa più potente
Appartiene a un’altra categoria di prodotto, quella dei cosiddetti 2-in-1, la seconda novità di giornata, il MateBook E, a tutti gli effetti il vero erede del primo notebook marchiato Huawei.

L’idea è nota: prendi un tablet e trasformalo in un computer portatile grazie a una tastiera con aggancio magnetico. In più qui, rispetto al primo modello della serie Matebook, ci sono alcune migliorie non trascurabili: c'è una nuova tastiera con angolazione regolabile, uno schermo touch-screen 2K con una cornice più stretta (il rapporto screen-to-body sale al 84%) e un nuovo processore Intel Core i5-7Y54 di settima generazione. Ne consegue un prodotto decisamente più attrezzato per svolgere le attività produttive, ma a un prezzo decisamente più commestibile dei principali prodotti di fascia alta.. 

Qui di seguito i prezzi (con l'asterisco i modelli per il momento non presenti in Italia): 

• Huawei MateBook E con processore Intel m3, 4 GB di RAM e SSD da 128 GB: 999 euro*
• Huawei MateBook E con processore Intel i5, 4 GB di RAM e SSD da 256 GB: 1.199 euro
• Huawei MateBook E con processore Intel i5, 8 GB di RAM e SSD da 256 GB: 1.299 euro*

Huawei MateBook E

– Credits: Huawei

MateBook D: un 15 pollici di sostanza
Più convenzionale (nel design, come nelle prestazioni) è infine il nuovo Matebook D, un notebook da 15,6 pollici che va a collocarsi in una fascia intermedia di mercato, laddove marchi come HP e Lenovo rivestono da anni il ruolo dei trend setter.

Qui non si va tanto per il sottile: le dimensioni crescono e con esse tutte le varie comodità considerate irrinunciabili da molti professionisti (ad esempio le porte USB).

Quanto alle prestazioni, tutto gira intorno ai processori Intel Core i7-7500U di 7° Generazione, coadiuvati (su alcuni modelli) da una scheda grafiche NVIDIA GeForce 940MX con 2GB GDDR5 di memoria video per il gaming. Il MateBook D, che come tutti i modelli della famiglia MateBook parte con Windows 10 pre-installato, offre di serie l’assistente personale digitale di Microsoft, Cortana, che gestisce gli appuntamenti nel calendario, cerca le informazioni online e invia email e messaggi.

Huawei MateBook D

– Credits: Huawei MateBook D

Qui di seguito i prezzi (con l'asterisco i modelli che - almeno inizialmente - non saranno presenti in Italia): 

• Huawei MateBook D con processore Intel i5 Core, 8 GB di RAM, 1 TB di HDD, scheda grafica NV 940MX: 799 euro*
• Huawei MateBook D con processore Intel i5 Core, 8 GB di RAM, SSD 128 GB + 1 TB di HDD, scheda grafica NV 940MX: 899 euro*
Huawei MateBook D con processore Intel i7 Core, 8 GB di RAM, SSD 128 GB + 1 TB di HDD, scheda grafica NV 940MX: 899 euro*

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Huawei P10, la recensione

Design, prestazioni, fotocamera, batteria: il nuovo portacolori della casa cinese visto da vicino

Commenti