Dite addio ai costi di roaming (nel 2014)

La Commissione Europea ha ricevuto il progetto del vice presidente Neelie Kroes per l’avvio di un mercato unico delle TLC. Entro la prossima Pasqua la firma Anche se chi viaggia in Europa gode, da qualche tempo, di tariffe di roaming più …Leggi tutto

costi-roaming-stop-2014.jpeg

La Commissione Europea ha ricevuto il progetto del vice presidente Neelie Kroes per l’avvio di un mercato unico delle TLC. Entro la prossima Pasqua la firma

Anche se chi viaggia in Europa gode, da qualche tempo, di tariffe di roaming più basse, la Commissione Europea è convinta che non sia ancora sufficiente. Come parte della nuova normativa il suo vice presidente, Neelie Kroes, ha presentato ieri i nuovi piani per terminare il roaming sulla telefonia mobile assieme alla promessa di garantire la neutralità sulla rete. Il pacchetto di proposte di Kroes ha “lo scopo di unire i vettori europei, offrendo un mercato unico delle telecomunicazioni entro il prossimo anno“.

Libero accesso a servizi di telefonia e internet senza confini

Il Parlamento europeo, come scrive The Verge, ha ricevuto nella giornata di ieri la proposta del vice presidente sostenendo che un mercato unico non farà che apportare benefici all’Europa stimolando l’economia digitale e favorendo le connessioni politiche. L’esecutivo della Commissione Europea ritiene che “benefici digitali possono portare a quelli sociali“, favorendo la scomparsa del digital divide e l’accesso basilare ad internet in ogni paese dell’Unione.

Gli operatori nazionali diventano europei

Con la speranza di ricevere feedback positivi quanto prima, la Kroes ritiene che il protocollo di intesa per il pacchetto possa vedere la luce entro la Pasqua del 2014 aggiungendo che: “bisogna trovare un equilibrio delicato raccogliendo il massimo supporto dalle istituzioni“. Grazie ad un mercato unico delle telecomunicazioni l’Europa saluterà per sempre i costi di roaming incoraggiando le imprese ad investire nelle infrastrutture pensando al continente e non solo al proprio paese.

© Riproduzione Riservata

Commenti