Sonos Playbase Cover
Casa

Sonos Playbase, la soundbar da mettere sotto la TV

Una base compatta - ma molto potente - che funge da altoparlante per il televisore e da speaker musicale. Ecco come funziona

Sempre più brillanti, sottili, definite, realistiche, eppure non così efficaci quando si tratta di arrivare alle orecchie degli utenti. Le TV di ultima generazione hanno (spesso) qualche difficoltà a farsi sentire. Questione di compromessi. Pur di mantenere gli ingombri entro i limiti previsti dai canoni dell’ultrapiatto, i produttori sono costretti in molti casi a sacrificare proprio la parte audio, riducendo le dimensioni (e la qualità) degli speaker integrati.

È essenzialmente per questo che nascono le cosiddette soundbar, gli altoparlanti che si collegano alla tv per migliorarne la resa sonora. Sonos, però, è convinta che prodotti del genere possano fare molto di più, e ce lo dimostra con la nuova Playbase, uno speaker che può fungere sia da altoparlante home theatre per la Tv (quando questa è accesa) sia da normale cassa musicale (quando è spenta). Il tutto - e qui sta forse la vera novità del prodotto - in un corpo molto sottile (meno di sei centimetri di spessore) progettato per diventare un tutt’uno con il piedistallo del televisore.

 

All'interno ci sono 10 driver
Dal punto di vista tecnico, Playbase integra 10 driver con amplificatori dedicati (6 mid-range, 3 tweeter e un woofer). Sonos non rivela il dato relativo alla potenza complessiva, ma ci fa sapere dell’esistenza di un software che controlla con precisione il suono prodotto da ogni trasduttore, così da ampliare il campo sonoro.

Sonos Play:5, la recensione


La stessa società ci tiene a sottolineare con quali (elevati) criteri costruttivi sia stato concepito il prodotto: Playbase, si legge nella nota diramata a mezzo stampa, è stato sviluppato seguendo un processo di stampaggio con inserti e un guscio in policarbonato rinforzato con fibra di vetro per ridurre al minimo le vibrazioni e, contemporaneamente, sostenere il peso della TV.

Si comanda da telecomando, app e (presto) anche con la voce
Piuttosto semplice, come da tradizione Sonos, la prassi di montaggio e configurazione. Playbase ha solo due cavi: uno (di alimentazione) per il collegamento alla presa di corrente, l’altro (ottico) per la televisione. Il controllo del volume può essere effettuato tramite il telecomando della tv, oppure - scaricando l’apposita app Sonos - mediante un qualsiasi dispositivo mobile Apple o Android. Dalla stessa applicazione è possibile gestire le funzioni più specifiche dello speaker (ad esempio le modalità predefinite per l'ascolto notturno o per il miglioramento dei dialoghi), nonché associare il dispositivo ad altri altoparlanti Sonos. La nuova Playbase fa parte infatti dell’ormai celebre ecosistema multiroom di Sonos [qui vi spieghiamo come funziona], compatibile fra le altre cose con più di 80 servizi musicali.

Sonos Trueplay: come funziona il sistema che permette di "intonare" una stanza


Playbase sarà disponibile dal prossimo 4 aprile a un prezzo consigliato di 799 euro. Nell’annunciare il prodotto, Sonos ha fatto sapere che la nuova Playbase (così come buona parte degli altri prodotti del suo catalogo) saranno presto controllabili anche mediante comandi vocali utilizzando Echo e gli altri prodotti basati su Amazon Alexa.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Nuovo Sonos Play:5, la recensione

Prime impressioni sull'ultimo speaker senza fili della casa americana. Il primo già ottimizzato per i futuri sviluppi della tecnologia TruePlay

Commenti