Dall'IFA di Berlino

Gli elettrodomestici connessi saranno pure stuzzicanti e ipertecnologici, ma quando si tratta di parlare al popolo delle casalinghe (e dei casalinghi) disperati nulla tira più della praticità, dell’efficienza e di tutti quei valori che incidono davvero sull’economia domestica. Ne è convinta fra gli altri anche Samsung, società che pur senza scendere dal treno in corsa dell’IoT (l’Internet delle cose) sembra voler declinare la sua produzione di elettrodomestici intelligenti in una dimensione più vicina alle necessità dei consumatori. 

Fino al 50% di tempo in meno per un ciclo di lavaggio completo

È proprio in quest'ottica che va letto l’annuncio della nuova QuickDrive, la lavatrice che qualcuno ha già ribattezzato il sogno della massaia moderna per via della sua capacità di ridurre i tempi di lavaggio fino al 50%. Non si tratta - è bene precisarlo - di una riformulazione delle classiche soluzioni dotate di programmi di lavaggio rapido, ma di una novità pensata per garantire gli stessi risultati di un ciclo regolare ma in tempi più ristretti.

La chiave di questa piccola magia, ci spiegano i responsabili della società coreana dal palco del Tempodrome di Berlino, sta nell’innesto di un nuovo cestello che anziché spostare a casaccio i capi durante il ciclo li muove in modo più ragionato ed efficiente (dall’alto verso il basso e anche in senso longitudinale) mediante un’apposita piastra posta sul retro.

In questo modo viene a realizzarsi una doppia azione dinamica che rimuove rapidamente e delicatamente la sporco e fornisce un ciclo di lavaggio completo.

Un taglio ai tempi (e anche ai consumi)

La promessa, per dirla senza troppi giri di parole, è quella di portare a termine un ciclo di lavaggio di biancheria di cotone in 139 minuti al posto dei tradizionali 279 minuti, che diventano addirittura 39 (in luogo dei precedenti 65 minuti) per un ciclo a mezzo carico.

Il tutto, ci tiene a precisare la casa, senza compromessi a livello di consumi energetici, anzi: per un lavaggio a 40 gradi, la nuova QuickDrive garantisce fino al 20% di efficienza in più rispetto a un pari modello senza tecnologia QuickDrive.

Un assistente virtuale per consigliare il lavaggio migliore

Il taglio drastico dei tempi di lavaggio si combina con tutta una serie di funzionalità intelligenti affidate a quello che Samsung definisce un vero e proprio assistente di lavaggio. L’idea, spiega la società, è quella di aiutare l’utente nella gestione delle operazioni più complesse. Suggerendogli, ad esempio, il ciclo di lavaggio ottimale in base alle informazioni ricavate dal bucato (colore, tipo di tessuto, grado di sporco), impostando i timer per la fine dei lavaggi, fino ad aiutarlo nella diagnosi - e nella risoluzione - delle eventuali problematiche tecniche.

La prima lavatrice della nuova famiglia Samsung Qdrive - contrassegnata dalla sigla WW8800M - dovrebbe arrivare sul mercato all'inizio del 2018 con prezzi a partire da 799 euro.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Samsung: la lavatrice robot

Lavare non è mai stato così semplice: basterà un semplice tocco sul display e il detersivo verrà erogato in automatico. E si controllerà con lo smartphone

Commenti