Panasonic Cover
Casa

Panasonic: 10 prodotti che cambiano le abitudini di casa

Dai televisori curvi 4k alle lavatrici che riconoscono i vestiti, ecco una carrellata sulle novità della casa giapponese per il 2015

Cosa serve per giudicare a fondo una nuova tecnologia? Probabilmente è sufficiente farsi una domanda molto semplice: chiedersi cioè in che modo questa sia davvero capace di migliorarci la vita. In fondo non c’è prodotto hi-tech che si sia affermato sul mercato senza un qualche effetto benefico sulle abitudini dei consumatori. Ecco perché da qualche anno a questa parte c’è molta attenzione intorno al settore della cosiddetta smart home, la casa intelligente. Un giorno o l’altro - questa è la promessa di molti produttori del settore - Internet sarà in ogni oggetto di casa, non solo nei televisori e nei tablet, ma anche nelle lavatrici, nei forni, nei frigoriferi e in molto altro ancora.

Leggi anche: le 10 tecnologie che ci cambieranno la vita


Più facile a dirsi che a farsi, certo, perché poi nella realtà il rischio è quello di creare piccoli e grandi mostri tecnologici, belli da vedere ma in fin dei conti abbastanza inutili. Sarà forse per questo che Panasonic ha scelto un approccio più prudente, ma per certi versi più efficace, basato proprio sulle reali necessità dei consumatori. I prodotti della collezione 2015 presentati a Francoforte nel corso di un'anteprima stampa sembrano confermare la vocazione utente-centrica del brand del gruppo Matsushita. Che guarda sì all’Internet of Things, ma senza farne una malattia, una esercizio di stile ad ogni costo. Meglio concentrarsi sulle abitudini delle persone, sulle loro necessità più intime, che farsi distrarre da quello che gli americani chiamano “effetto wow”.

 

Dalla lavatrice che riconosce i vestiti al frigo che regola l'umidità
Ecco allora che la Tv si fa sempre più smart e non solo per la sua capacità di connettersi a Internet, ma anche per la sua facilità d'uso e per l’apertura a servizi e applicazioni esterne; la lavatrice diventa intelligente, arrivando a comprendere peso del bucato, livello di sporco e addirittura composizione dei tessuti; l’asciugatrice inietta il vapore proprio come farebbe un ferro da stiro; il frigorifero si prende cura dei cibi mantenendone il livello di umidità; il forno a microonde allarga le sue vedute aprendosi alla cottura a vapore. Sono queste alcune delle proposte che Panasonic ha già portato o porterà sul mercato durante l’anno (molte di queste anche in Italia). Una lineup che guarda al futuro ma senza dimenticare i trascorsi storici della società. "In fondo - ci spiega Claudio Lamperti - Amministratore Delegato di Panasonic Italia, il nostro brand è riconosciuto da sempre per la sua capacità di esplorare settori molto diversi fra loro. E questo approccio è ancora oggi molto evidente".

Novità anche in campo fotografico
Se la casa rimane l’ambiente più caro agli ingegneri della casa giapponese, il palcoscenico dell’imaging continua a essere teatro di alcune delle presentazioni più convincenti del brand. In Primavera Panasonic farà debuttare la nuova Lumix GF7, ultimogenita della sua ormai celebre collezione di compatte ad ottiche intercambiabili, una fotocamera che dagli ingombri ridottissimi accreditata di prestazioni molto interessanti. Sul piatto un sensore da 16 megapixel con funzionalità video Full HD, connettività Wi-Fi e sistema di autofocus ad alta velocità che promette reattività e precisione, anche in condizioni di bassa luminosità. Con la nuova GF7 arriveranno anche i due nuove obiettivi Micro QuattroTerzi Lumix G della casa, il macro da 30mm H-HS030 e il 42,5 mm da ritratto H-HS043.

Panasonic GF7 (Large)
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Tv Oled: il prezzo vale la candela?

Ci vogliono circa 3000 euro per acquistare un televisore “organico”. Troppo? No, se si considera il livello delle tecnologie impiegate

Panasonic Lumix G6, la recensione

La mirrorless giapponese strizza l’occhio agli amanti del video e della connettività. Ma sul piano dello scatto puro non fa gridare al miracolo

Commenti