Mytech

Se il brand dell’intimo mette al bando Photoshop

Per il lancio della sua nuova collezione di lingerie, American Eagle dice no al fotoritocco. Le giovani modelle appaiono per la prima volta con rughe, tatuaggi, piccole smagliature e altre imperfezioni al naturale

– Credits: Aerie - American Eagle

Nell’era di Instagram, dei "selfie" e della casalinga di Voghera che ha (quasi) la stessa esposizione di una top model ha ancora senso fare pubblicità patinate? A giudicare dall’ultima campagna firmata American Eagle si direbbe proprio di no. La celebre griffe statunitense ha infatti deciso di rompere per la prima volta con uno schema piuttosto in voga nel mondo della moda, quello del fotoritocco. Mostrandoci, per il lancio della sua nuova collezione d’intimo a brand Aerie, la sue testimonial prive di qualsiasi editing posticcio realizzato mediante Photoshop o affini.

Modelle (comunque giovani e bellissime) con le loro imperfezioni al naturale: rughe, fossette, tatuaggi, piccole smagliature: ne è scaturita una campagna denominata "Aerie Real" che fa del realismo il suo punto di forza , come rimarca il claim scelto dai pubblicitari della casa, The real you is sexy. E che diventerà punto centrale di tutta la strategia commerciale del marchio. “Non si tratta di una campagna stagionale”, spiega il direttore marketing della società Dana Seguin, “è un nuovo modo di parlare ai nostri clienti. Questo è ora il nostro marchio”.

Aerie-2_emb8.jpg

Non è la prima volta, va detto, che le aziende – e in particolare quelle del settore fashion & beauty – provano ad accorciare le distanze fra i modelli pubblicitari e il mondo reale. Fra le più attive su questo fronte è il marchio Dove, protagonista fra le varie iniziative di questo spot che mostra in modo chiaro i “miracoli” di Photoshop.

"Le donne ormai sono ben consapevoli di quanto sia esteso l’uso di Photoshop nella pubblicità", ci tiene a sottolineare Christina Binkley, editorialista di moda del Wall Street Journal, "e questo non piace"

 
© Riproduzione Riservata

Commenti