Mytech

Assipas, la scatola nera che fa risparmiare sull'assicurazione auto

Si installa con estrema facilità sul parabrezza e garantisce sconti a chi decide di tenerla a bordo

Quando si parla di scatole nere, il pensiero vola subito ai dispositivi di sicurezza presenti su aerei e navi, che diventano strumenti insostituibili per ricostruire le dinamiche di eventuali atterraggi d’emergenza o altri episodi, in aria come in mare, poco fortunati. Il sistema di accelerometri di cui sono dotati aiuta a capire cosa non è andato per il verso giusto. Da un po’ di anni a questa parte, soprattutto all’estero, il meccanismo può essere installato anche a bordo delle automobili con un vantaggio non da poco: garantire una maggiore trasparenza in caso d’incidente, ridurre il rischio delle truffe e dunque consentire alle compagnie di abbassare le tariffe assicurative applicate ai loro clienti.

Anche in Italia questa opportunità sta cominciando lentamente a diffondersi, nonostante un burrascoso iter legislativo, finora senza approdi, per trovare uno standard comune nel settore. Già ora sono disponibili offerte riservate a chi decide di dotarsi di questi dispositivi: si viaggia intorno al 15 per cento di sconto rispetto al premio base, con picchi fino al 50 per cento se non si supera un determinato tetto di chilometri percorsi, che le «black box» stesse sono in grado di rilevare. Insomma, lo scenario si fa interessante ed è per questo motivo che i primi produttori arrivano sul mercato con la loro proposta di scatola nera.

Tra queste c’è Assipas, soluzione tecnologica made in Italy prodotta da Via-Com, società del Gruppo Ac. Si installa in pochi secondi semplicemente attaccandola sul parabrezza e ha una batteria che garantisce il funzionamento per un anno senza bisogno di manutenzione. Ha un pulsante antipanico per i casi di emergenza che dà la possibilità di dialogare in viva voce con la centrale operativa. Insomma, aumenta la sicurezza di bordo oltre a portare un beneficio al portafogli. E dà accesso a una serie di servizi dedicati, dall’assistenza medica e stradale, a programmi di manutenzione tutto compreso, fino al noleggio veicoli. E proprio come una qualsiasi scatola nera, trasmette solo i dati rilevanti per capire le dinamiche di eventuali incidenti, fugando eventuali dubbi di intrusioni sul piano della privacy.  

La distribuzione di Assipas è appena iniziata e il dispositivo sarà disponibile nei prossimi mesi in 4 mila officine autorizzate della rete Via-Com, nel frattempo si sta valutando di allargare la fornitura ad altri canali. Il prezzo consigliato è inferiore ai 100 euro. Inoltre la scatola nera sarà venduta anche direttamente alle assicurazioni, che così potranno offrire pacchetti con hardware (e sconto incorporato) ai loro clienti già proiettati nel futuro.

© Riproduzione Riservata

Commenti