È un autunno caldo, caldissimo dalle parti di Cupertino. Dopo il lancio dei nuovi iPhone 6S, del nuovo iPad Pro e delle nuove versioni dei sistemi operativi iOS 9 e MAc OS El Capitan, Apple annuncia anche il refresh degli iMac con l’introduzione dei nuovi modelli ad alta e altissima definizione da 21,5 e 27 pollici.

Il piccolo di famiglia, l’iMac da 21 pollici e mezzo, si arricchisce con la nuova versione con display Retina 4K. Significa che oltre ai già noti modelli standard con schermo Full HD (1920x1080 pixel), c’è ora a catalogo un modello “top” con schermo da 4096 x 2304 pixel (prezzo a partire da 1.729 euro). Novità anche per l’iMac da 27 pollici con l’upgrade al 5K dei due modelli d’ingresso. La lineup del "grande iMac", dunque, da oggi prevede tre modelli tutti dotati di display Retina 5K con prezzi a partire da 2.129, 2.329 e 2.629 euro. 

Apple iMac

I nuovi iMac Retina da 21,5 e 27 pollici – Credits: Apple

L’upgrade, ci ha tenuto a precisare Apple, non riguarda sola la risoluzione dello schermo (4,5 volte più elevata del modello standard per ciò che riguarda l’iMac da 21,5" e 4 volte maggiore per i nuovi 27 pollci rispetto ai precedenti modelli non-Retina), ma anche la gamma cromatica (ora basata su P3) e lo spazio colore (incrementato del 25%). 

Processori e grafica potenziati
Cambia anche la configurazione interna con processori e grafica più potenti e nuove opzioni di archiviazione basate su tecnologia Fusion Drive. Nello specifico: il nuovo iMac da 21,5" con display Retina 4K integra ora un processore Intel Core di quinta generazione e grafica Intel Iris Pro migliorata; sugli iMac da 27" con display Retina 5K arrivano invece i processori Intel Core di sesta generazione (Skylake) e i freschi chip grafici AMD della serie Radeon R9, con una potenza di elaborazione che arriva fino a 3,7 teraflops. Di serie, su tutta la gamma, due porte Thunderbolt 2, per velocità di trasferimento fino a 20 Gbps, e un modulo Wi-Fi 802.11ac a tre stream per connessioni dati senza fili fino a 1,3 Gbps.

Magic Keyboard, Magic Mouse 2 e Magic Trackpad 2: addio batterie
Con il restyling della gamma iMac arrivano anche le nuove versioni della tastiera, del mouse e del trackpad Apple (Magic Keyboard, Magic Mouse 2 e Magic Trackpad 2), tutti completamente ricaricabili via Lightning (sì, non sarà più necessario inserire due pile AA).

La nuova Magic Keyboard (prezzo 119 euro) si caratterizza per un design ancora più minimal (occupa il 13% di spazio in meno sulla scrivania) e per i nuovi tasti con meccanismo “a forbice”.

Apple Magic Keyboard

Apple Magic Keyboard – Credits: Apple

Snellito anche il Magic Mouse 2 (89 euro), rivisto nella conformazione dei piedini per offrire uno scorrimento più fluido.

Infine il nuovo Magic Trackpad 2 (149 euro), ampliato nelle dimensioni (la superificie utile è circa il 30% più grande del precedente modello) e corredato con Force Touch, l’ormai nota tecnologia Apple che percepisce il differente livello di pressione delle dita per offire un’interazione più ricca sui menu e sulle applicazioni.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti