Mytech

Apple Logic Pro X, le 5 novità che contano

Il software audio professionale per Macintosh si rinnova: vediamo cosa cambia per tastieristi, chitarristi, cantanti e utenti di iPad

Drummer, una delle novità di Logic Pro X - Credits: courtesy of Apple

Una nuova interfaccia, correzione dell'intonazione, nuovi sintetizzatori e tastiere, tracce di batteria realistiche, nuovi effetti e un'app per controllare il software dall'iPad. Logic Pro X è la nuovissima evoluzione del programma professionale di Apple per l'audio su Macintosh e si presenta ancora più versatile per suonare, registrare ed accompagnare chiunque faccia musica.

Ad un prezzo estremamente accessibile, l'applicazione offre tantissimi strumenti per facilitare la vita a professionisti e dilettanti ambiziosi. Nell'attesa di poter provare sul campo il programma ecco di seguito le cinque novità più importanti.

1) Drummer è un batterista virtuale con tracce ritmiche ancora più realistiche e professionali che reagiscono alle indicazioni dell’utente. Basato sulle performance e i suoni di alcuni dei migliori ingegneri audio e musicisti del settore, fra cui Bob Clearmountain, offre accompagnamenti di batteria personalizzabili in quattro generi: rock, alternative, cantautorale e R&B. È inoltre un nuovo plug-in Drum Kit Designer, che consente di costruire un kit su misura utilizzando un’ampia raccolta di rullanti, tom, charleston e piatti.

2) Tastiere, tastiere, tastiere: il nuovo Retro Synth simula alcuni dei più famosi suoni di sintetizzatori classici degli anni ’70 e ’80, Vintage Keyboards offre modelli realistici di piani elettrici, organi B3 e clavinet, e Arpeggiator è uno dei nuovi plug-in MIDI inclusi, in grado trasformare in una performance elaborata un semplice accordo di tastiera. 

3) Chitarristi? Logic Pro X aggiunge sette stompbox tra cui Tube Burner, Dr. Octave, Flange Factory e il psichedelico Tie Dye Delay, mentre Bass Amp Designer consente ai bassisti di suonare e registrare utilizzando amplificatori per basso vintage e moderni, con cabinet e microfoni configurabili ed assemblabili in setup personalizzati.

4) Flex Pitch è invece una funzione che aiuta a "sistemare" gli accordi (e note singole) stonati e cambiare le melodie dell'audio già registrato, manipolando le singole note all’interno di una forma d’onda audio, correggendo intonazione e aggiungendo vibrato e gain

Logic-Pro-X-Logic-Remote_emb8.jpg

5) Logic Remote è un nuovo software gratuito per iPad. Permette di controllare Logic Pro X a distanza per registrare, mixare e persino suonare gli strumenti, trasformando l’iPad in una tastiera, drum pad, tastiera di chitarra, mixer o transport control.

Logic Pro X  è in vendita sul Mac App Store a 180 Euro, IVA inclusa. I requisiti minimi sono un Macintosh con 4GB di RAM, 5 GB di spazio su disco, uno schermo con risoluzione di almeno 1280 x 768 pixel e OS X v10.8.4 o successivo. Apple ha aggiornato anche MainStage, l'app dedicata alle performance dal vivo abbinata a Logic Pro X. La versione 3  è disponibile sul Mac App Store a 27 Euro, IVA inlcusa. 

Logic Remote  è invece disponibile, in forma di download gratuito, sull’App Store. L'app richiede un iPad con iOS 6.0 o successivo.

Nota: tutte le immagini sono "Courtesy of Apple".

© Riproduzione Riservata

Commenti