Mytech

Apple rinvia l'uscita di iTunes 11 a novembre

La nuova versione del software doveva arrivare entro ottobre, ma l'azienda di Cupertino ha fatto sapere che l'aggiornamento non è ancora pronto

Il suo debutto era previsto entro il mese di ottobre, ma Apple ha appena aggiornato la sua pagina ufficiale, dove ora si legge: «In arrivo a novembre». Nonostante sia stato presentato ormai un mese e mezzo fa, iTunes 11, la versione nuova di zecca del celebre software della mela, non è dunque ancora pronta. E Cupertino è stata costretta a fare marcia indietro, a far slittare la data di rilascio per prendersi un po’ di giorni supplementari e aggiustare gli ultimi dettagli.

«Il nuovo iTunes sta richiedendo più tempo del previsto» ha ammesso il portavoce Tom Neumayr interpellato dal sito Cnet. Il che ci porta di fronte a un’evidenza: è davvero inusuale per la Apple, chirurgica in ogni sua operazione, non arrivare puntuale a un lancio, specie quello di un contenitore cruciale per la vendita di tutti i suoi contenuti digitali, dalla musica in poi. Ma non è difficile ipotizzare una causa dell’accaduto: il colosso guidato da Tim Cook vuole presentare al mercato un software di cui si sente sicura al 100 per cento, soprattutto dopo la Caporetto con le mappe di iOS 6, che hanno creato parecchi malumori e hanno fatto saltare qualche poltrona eccellente a Cupertino.

Certo, sarebbe ridicolo drammatizzare o enfatizzare troppo il peso di questo ritardo: al massimo si tratterà di poche settimane di attesa per un software che ne aggiorna uno comunque già in possesso degli utenti. E però pure questo è un ulteriore segnale, una spia del fatto che la mela cominci a sentire la sindrome da accerchiamento: si è accorta dello spessore, del ruolo che si stanno ritagliando i rivali in ogni settore, vendita dei contenuti inclusi, e allora vuole scendere in battaglia con le armi più affilate (e collaudate) possibili.

Nel settore della musica digitale ormai non manca nessuno dei principali player, da Google alla Microsoft. E, oltre al download fisico, lo streaming delle canzoni sta diventando un elemento fondamentale, una valore percepito dai clienti. Non a caso, tra i pilastri della nuova versione di iTunes c’è una sempre maggiore integrazione con iCloud, che rende disponibili tutti i contenuti acquistati su un dispositivo in tempo reale pure sugli altri. Anche senza scaricarli: basta avere accesso a una connessione a internet.

Per il resto iTunes 11 armonizzerà il look del negozio virtuale su tutte le macchine targate Apple (vedi foto sotto), per dare un’esperienza d’uso uniforme sia di fronte al computer di casa o su quelli portatili, su tavolette e telefonini.

iTunes-11-lo-store-ridisignato_emb8.png

Apple ha promesso inoltre un’interfaccia molto più intuitiva e comoda nell’utilizzo, sia per ricercare nuovi contenuti, che per utilizzare quelli già presenti nella propria libreria. Inoltre ci sono tocchi di maquillage come un piccolo player, consigli per gli acquisti in base ai propri gusti e altre migliorie. Evoluzioni, non certo rivoluzioni. Abbastanza, a quanto pare, per esigere più tempo del previsto.

Twitter: @marmorello

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Xbox Music: Microsoft sfida iTunes (e Spotify)

Un servizio tutto nuovo per Xbox e dispositivi motorizzati Windows 8 (cellulari compresi) che consente l'accesso a un juke-box digitale di oltre 30 milioni di brani, acquistabili o scaricabili in streaming. Anche gratuitamente

Commenti