Mytech

Adobe Ink e Slide: come disegnare su iPad usando penna e righello

Per aiutare i disegnatori a tracciare linee di precisione sul tablet di Apple, la società di San Jose lancia i suoi primi componenti hardware

Se produci programmi o applicazioni web, prima o poi ti verrà la tentazione di costruirti in casa un qualche componente hardware. È successo un po’ a tutte le software-house del mondo, da Microsoft a Google, e a quanto pare adesso è la volta di Adobe. La società di San Jose ha infatti approfittato del refresh di buona parte della sua collezione Creative Cloud per presentare al mondo Ink e Slide, di fatto i primi prodotti tangibili della sua ormai trentennale carriera.

Stiamo parlando, come forse avrete già capito, di una penna e di un righello da utilizzare su un "foglio" molto speciale: lo schermo dell’iPad. Adobe pensa infatti che sia giunto il momento di dare ai tanti disegnatori che utilizzano per lavoro o per svago il tablet di Apple uno strumento, anzi due, per fare schizzi di precisione. Non si tratta - ci tiene a precisare la società americana - dei soliti accessori capacitivi che gravitano intorno al pianeta Apple. Adobe Ink e Slide sono stati infatti concepiti per lavorare all’interno di uno specifico ambiente di lavoro: quello dei programmi Adobe per il disegno su iPad e in particolare Adobe Sketch e Adobe Line.

Entrambi i software dispongono già di alcune funzioni native per tracciare linee di precisione (anche rette) a mano libera ma l’avvento di due strumenti così vicini al mondo del disegno tradizionale potrebbe certamente facilitare la naturale transizione fra carta e digitale. Ciò anche in ragione di un accurato studio di tutti quegli aspetti (livelli di pressione, risposta al tocco, ecc) che in questi casi possono fare la differenza.

Questo video pubblicato dai colleghi di SlashGear ci aiuta a comprendere meglio come utilizzare penna e righello di Adobe.

Come detto in apertura, contestualmente al lancio di Ink e Slide, Adobe ha annunciato l’aggiornamento di ben 14 applicazioni della suite Creative Cloud per desktop (fra cui Adobe Photoshop, Adobe Illustrator, Adobe Dreamweaver e Adobe Premiere Pro CC), nonché l’arrivo di alcune nuove applicazioni mobili (oltre ai già citati Adobe Sketch e Line, debuttano Adobe Photoshop Mix). Fra le tante risorse installate sulle nuove versioni dei software segnaliamo la possibilità di creare effetti di movimento e rotazione su Photoshop CC, l’importazione di grafica vettoriale su Adobe Illustrator, l’integrazione sempre più spinta fra Adobe After Effects e Adobe Premier Pro e la possibilità di vedere, navigare e modificare la struttura HTML in modo semplificato da Dreamweaver.

Adobe ha inoltre aggiornato i prezzi dei piani Creative Cloud annunciando uno sconto per i clienti Adobe Creative Cloud Photography (il pacchetto ad abbonamento per i fotografi che include Photoshop CC e Lightroom 5) che ora costa 9,99 euro al mese, anziché 12,30 euro.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti