Il concetto di notebook convertibile piace. Gli sforzi di Microsoft, sia sul lato hardware (piaccia o meno Surface va considerato come il papà di tutte le soluzioni 2-in-1) sia su quello del software (Windows 10 è l’unico vero sistema operativo camaleontico, capace cioè di plasmarsi in base alla modalità di utilizzo), hanno aperto la strada a tutta una serie di variazioni sul tema del dispositivo universale, a metà strada fra il notebook e il tablet.

Fra le proposte appena arrivate vale la pena segnalare il nuovo Acer Switch Alpha 12, ultimogenito della famiglia di portatili 2-in-1 della casa taiwanese, un prodotto che oltre a segnare l’ennesimo upgrade delle componenti chiave di sistema (arrivano i processori Intel di sesta generazione), si fa notare per la presenza di un sistema di raffreddamento a liquido.

 

Ventole addio
La soluzione, ormai sdoganata nel mondo desktop ma non così frequente nel mondo dei portatili, rende superfluo l’impiego delle ventole, con tutto ciò che ne consegue (in positivo) a livello di silenziosità e ingombri. Il risultato è un tablet che si converte in notebook grazie a una tastiera magnetica stacca-e-attacca in grado di combinare prestazioni e silenziosità. Il prezzo? Si parte da 699 euro, più di un normale “Switch” ma meno di un Surface 4.

Il paragone con l’attuale portacolori dei portatili Made in Redmond è obbligato e non solo per via del form factor comune. Come l'ultimo Surface, anche il nuovo Acer Switch Alpha 12 si basa su Windows 10, il che significa che può essere utilizzato come notebook sia come tablet sfruttando le funzionalità di Continuum. Inoltre dispone di un touchpad capace di supportare le gesture di Windows 10 e può essere abbinato a una penna touch (Acer Active Pen, venduta separatamente) per tutte le attività di disegno e scrittura a mano libera.

Con le dock (opzionali) per andare oltre
La lista delle specifiche tecniche comprende le memoria allo stato solido (SSD) da 128, 256 o 512 GB espandibile grazie allo slot Micro SDXC, la RAM da 4 o 8 GB e la porta reversibile USB 3.1 Type-C per il trasferimento fino a 5 Gbps e il collegamento a dispositivi e periferiche esterne.

Rientrano fra queste tutte le varie dock opzionali pensate per estendere le funzionalità del dispositivo, consentendo ad esempio ila connettività a più display contemporaneamente o il trasferimento dati wireless a velocità maggiorate (fino a 4,6 Gbps).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti