• RSS
  • youtube
Home  -  Mytech  -  Le 10 migliori startup del 2011

Le 10 migliori startup del 2011

Le 10 startup più interessanti del 2011, dall'app che converte qualsiasi sito in magazine per iPad al negozio online su Facebook

Le 10 migliori startup del 2011 Le 10 migliori startup del 2011
di Fabio Deotto

Ogni giorno ne spuntano a decine. Alcune vengono inglobate nel rutilante carrozzone di Google Ventures, altre vengono rilevate da Facebook o da qualche altra mega-compagnia assetata di know-how, altre ancora si fanno strada in sordina, attraversano lunghi periodi di incubazione e autocritica, poi arrivano sul mercato e fanno strage di utenti. Sono queste ultime le startup su cui abbiamo deciso di concentrare l’attenzione. In vista della fine di questo anno fitto di novità, abbiamo selezionato (con fatica, considerando l’enorme ventaglio tra cui potevamo scegliere) le 10 startup più interessanti del 2011.

Chime.in

Tra tutti i nuovi social network che si sono affacciati all’orizzonte il più interessante è chime.in. Una sorta di rete sociale tematica dove i nodi nevralgici non sono più gli utenti ma i contenuti che essi condividono. Ogni post viene riorganizzato a seconda dell’argomento trattato, è finalmente possibile filtrare il flusso di contenuti prodotto dai propri contatti selezionando solo le aree tematiche che ci interessano.

chimein2

Trap.it

Si tratta di uno dei primi tentativi riusciti di discovery engine. Sfruttando la stessa intelligenza artificiale di Siri, Trap.it impara un click alla volta quali siano i contenuti di tuo maggiore interesse e impara a setacciare in automatico, e continuativamente, il web alla ricerca di articoli, video, e notizie di cui altrimenti non avresti mai sentito parlare.

trapit

Storify

Vuoi raccontare storie partendo da (e integrando) contenuti trovati in rete? Storify ti mette a disposizione una tela per dipingere la tua storia utilizzando come tavolozza l’intero web. Puoi trascinare sulla tavolozza tweet, video, contributi audio, link, feed RSS e persino contenuti provenienti da Storify stesso. Questo strumento si è rivelato molto utile per riorganizzare la mole di contenuti che si è coagulata attorno ai movimenti Occupy e ai moti della primavera araba.

storify

Pinterest

A un osservatore distratto potrebbe sembrare un semplice tool per almanaccare immagini trovate in rete, una roba che potrebbe interessare solo le donne, e nemmeno tutte. In realtà Pinterest è molto di più, è un nuovo sistema per catalogare i contenuti trovati in rete, pinzarli insieme in una sorta di rivista autoprodotta e mettere un po’ d’ordine al fiume di byte che ogni giorno inonda i nostri schermi.

Inboundwriter

Scrivi abitualmente sul web, magari sei addirittura un giornalista, eppure i tuoi contenuti faticano a oltrepassare lo steccato dei tuoi soliti contatti. Magari il problema non è in quello che scrivi, ma in come organizzi il testo che poi viene pubblicato. Inboundwriter è uno strumento di social writing che analizza il testo scritto e ne individua automaticamente i punti deboli, fornendo consigli su come renderlo più aerodinamico nella sua corsa in rete. Unica pecca: ora funziona solo con i testi in lingua inglese.

Vocre

Il pluripremiato Vocre è un servizio di traduzione instantanea disponibile in forma di app per dispositivi mobile. Pronunci la frase nella tua lingua, inclini lo smartphone e l’app emette la traduzione (quasi fedele) nella lingua dell’interlocutore. L’idea è ottima, e per alcune lingue lo è persino la resa. Un po’ di sbavature sull’italiano. Scaricabile gratuitamente, richiede però 99 centesimi ogni 10 frasi tradotte.

Local Hero

Si scrive Local Hero, ma si legge “amici che possono esserti d’aiuto nella tua zona”. Hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a pitturare casa, o che ti dia ripetizioni di matematica, o che semplicemente ti dia un passaggio al concerto di Springsteen? Invochi aiuto su Local Hero e il software ti mette automaticamente in contatto con chi ti può aiutare. La differenza rispetto ad altre app simili, come SkillShare, è che Local Hero trova automaticamente persone potenzialmente utili, senza dover aspettare risposte esplicite alla tua richiesta.

Pressly

Pressly è una piattaforma HTML5 che ti permette di trasformare qualsiasi sito in una sorta di rivista interattiva per iPad o qualsiasi altro tipo di tablet. Se hai un sito e sei preoccupato della sua resa su tablet, Pressly ti dà la possibilità di effettuare una conversione indolore senza perdere una sola funzionalità e, volendo, customizzando ad pubblicitari e layout.

pressly

Tonara

In un certo senso, è l’uovo di Colombo delle app musicali. Una app per iPad che segue la tua musica indicandoti in tempo reale a che punto della partitura sei. Che tu sia un pianista navigato o un semplice appassionato, che tu sappia mitragliare decine di note al secondo o che inciampi nella partitura come un novellino, Tonara non si perde mai nel pentagramma, anche se la partitura contiene due strumenti in contemporanea.

Blomming

Blomming è la risposta italiana all’f-commerce lanciato da Keepio. Con Blomming puoi aprire un tuo negozio online e piazzarne la vetrina direttamente sul tuo sito o sul tuo profilo Facebook. Blomming è l’evoluzione 2.0 di eBay, e ha tutte le carte in regola per tracciare il sentiero verso il futuro del social commerce.

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenti


Speciali

Video Hot