Mytech

I 7 prodotti tecnologici che invecchiano meglio

Dalle reflex alle cuffie stereo, dalle cornici digitali al mouse: ecco quali sono i gadget che garantiscono la maggiore tenuta nel tempo

magic-mouse

La legge (dell'obsolescenza) è uguale per tutti: non esiste prodotto tecnologico capace di sfuggire all'inesorabile passare del tempo. Così, in un mondo in cui il progresso non guarda in faccia a nessuno, schiacciando senza pietà qualsiasi cimelio del passato (anche il più glorioso ), ci si sorprende nel vedere gadget che quasi non mostrano i segni dell'età. Ne abbiamo scelti sette fra quelli che hanno più chance di arrivare alla terza decade del nuovo millennio senza troppi lifting.

1. LE REFLEX DIGITALI
Il settore delle reflex è tutt’altro che piatto. Fra funzionalità video, connettività, nuovi e accuratissimi sistemi di autofocus, i fotografi a caccia di novità hanno di che sbizzarrirsi. Sul piano squisitamente fotografico, però, l’evoluzione è meno evidente di quel che si potrebbe immaginare. Questo per ovvie ragioni strutturali: in una reflex, l’elettronica è sempre assecondata alla bontà delle ottiche. Chiedete a un fotografo professionista quale macchina acquisterebbe al giorno d’oggi per fare foto impeccabili. Probabilmente vi risponderà una Canon Eos 5D Mark II, un oggetto uscito nel 2008.

Canon_Eos_5D_MarkII_emb8.jpg

 
2. LE CORNICI DIGITALI
Dopo un avvio scoppiettante, il mondo dei produttori di cornici digitali sembra essersi un po’ seduto. Lo si capisce dando un’occhiata alle prestazioni dei vecchi modelli raffrontati a quelli di nuova generazione: la differenza è minima. Di fatto una buona cornice di quattro anni fa (ad esempio questa ) è ancora attualissima: si possono caricare migliaia di foto via PC, USB o wireless, sincronizzare gli album fotografici di Facebook, persino inviare foto via email. Più o meno quello che fanno le digital frame dei giorni nostri.

Kodak_Pulse_emb8.jpg

3. LE CUFFIE STEREO
Nonostante le varie tentazioni provenienti dal mondo delle avanguardie tecnologiche, gli amanti dell'alta fedeltà sanno bene che per avere un'esperienza audio di qualità non si può prescindere da un buon paio di cuffie attaccate alle orecchie. Del resto se anche Google per i suoi Glass ha abbandonato l'esperimento della conduzione ossea per ripiegare su un più tradizionale modello di auricolari ear-in significa che le leggi del suono sono ancora incontrovertibili.

House-Of-Marley_emb8.jpg

4. IL MOUSE
Sono anni che tutti lo danno per spacciato, eppure – a distanza di quasi cinquant’anni dalla sua invenzione – il buon vecchio mouse resta ancora lì, ben piantato sulle nostre scrivanie. Questione di comodità. Fintantoché ci sarà un computer desktop ci sarà anche un puntatore da far scorrazzare sul monitor.

Mouse-tastiera_emb8.jpg

5. LA TASTIERA
Anche in questo caso c’è poco da inventare. La tastiera fisica, pur con tutti i suoi difetti, resta ancora l’accessorio più comodo per chi con il PC ci lavora e, soprattutto, ci scrive. L’aggiunta dei protocolli wireless, dei moduli a energia solare e dei bottoni personalizzabili non cambiano l’essenza di un prodotto che è destinato a rimanere fedele a se stesso ancora per molti anni.

Tastiera_PC_emb8.jpg

6. LE SIM CARD
Prima erano Sim e basta, poi sono diventate, “mini”, “micro” e “nano”. Non fatevi ingannare dalle dimensioni, però: le Sim card restano ancora dei piccoli pezzetti di plastica con un microchip stampato. La differenza, quella vera, la fanno (e la faranno) le reti degli operatori.

SIM_Card_emb8.jpg

7. GLI EBOOK READER
Verrà il giorno in cui i tablet sapranno comportarsi all’occorrenza da ebook reader (e viceversa). Fino ad allora potete stare tranquilli: i lettori di libri elettronici resteranno stabilmente nei negozi di hitech, con evoluzioni tutto sommato modeste. Le virtù di una tecnologia quasi perfetta come l’e-ink e i progressi nelle interfacce touch garantiscono infatti una buona tenuta nel tempo, soprattutto per i modelli di ultima generazione. Il colore? Anche quello può attendere.

Amazon-Kindle_emb8.jpg
 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

10 motivi per cui il PC non è morto

Modularità, programmi, capacità di memoria, libertà di scelta sui sistemi operativi e molto altro ancora: ecco perché il buon vecchio computer riesce ancora a difendersi dall'attacco dei tablet

Commenti